A- A+
Medicina
Sesso e salute: 1 italiano su 3 fatica a parlare d'intimità con il medico

Giornata del benessere sessuale: il sesso è ancora un tabù per la metà degli italiani, anche quando è legato alla salute

Benessere sessuale. Questo particolare tema sembra sia ancora un tabù per molti italiani, come conferma un'indagine condotta su 1.000 utenti da Dottori.it in occasione del 4 settembre, che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) promuove come Giornata mondiale del benessere sessuale. La metà del campione non parla di sesso in famiglia e ben 1 su 3 afferma di provare imbarazzo a condividere dettagli sulla sfera sessuale perfino con il medico.

Salute e sessualità: gli uomini sono i più restii ai controlli sanitari

In fatto di prevenzione il gap tra donne e uomini è ancora molto evidente: il 68% del campione femminile dichiara di essere stato almeno una volta nella vita dal ginecologo per una visita al solo scopo preventivo. Inoltre, più della metà (53%) delle utenti si sottopone annualmente a un controllo. Al contrario, tra gli uomini il tema non è ancora così sentito: oltre la metà (51%) ha ammesso di non essere mai stato da un andrologo per una visita di prevenzione e sette uomini su dieci hanno dichiarato di rivolgersi a uno specialista solo in caso di malessere.

Giornata del benessere sessuale: la prevenzione riguarda soprattutto gli adulti

Maggiore è l’età dei pazienti e maggiore appare l’attenzione alla prevenzione: se tra i 18 e i 25 anni solo 1 rispondente su 4 dichiara di effettuare almeno una visita di controllo annuale per le patologie legate alla sfera sessuale, tra i 26 e i 35 anni la percentuale sale al 43%. In generale, guardando a tutto il campione esaminato, è emerso che il 41% dei rispondenti si sottopone ad una visita medica solo in caso di necessità, percentuale seguita da quelli (35%) che sostengono di effettuare almeno una visita di controllo all’anno e da coloro che si fanno visitare ogni due anni (19%).

Salute e sessualità: l'educazione deve iniziare da giovani

La consapevolezza e l’educazione sessuale iniziano dalla giovane età e in Italia i numeri dimostrano che si sta lavorando in questa direzione: il 52% degli utenti tra i 18 e i 25 anni ha dichiarato infatti di aver seguito lezioni di educazione sessuale. Tra i 36 e i 45 anni la percentuale scende al 32% e tra coloro che hanno tra i 46 e i 60 addirittura al 18%.

Nonostante ciò, gli italiani si reputano consapevoli, soprattutto in tema di malattie sessualmente trasmissibili: il 61% dei rispondenti all’indagine infatti sostiene di conoscere quelle più comuni. La fonte di informazioni per oltre la metà del campione (54%) rimane il web, preferito al medico almeno per una prima diagnosi di problemi di natura sessuale.

Coronavirus-sessualità: solo il 69% ha cambiato le proprie abitudini sotto le lenzuola

In tempo di Covid, in cui ci si aspetterebbe un atteggiamento più prudente in tema di rapporti fisici con gli altri, il 69% dei rispondenti ha dichiarato di non aver modificato le proprie abitudini sessuali. Lo stress causato dall’epidemia ha contribuito in alcuni casi al calo del desiderio: questo è vero in particolare per i giovanissimi (5%) e per gli utenti tra i 46 e 60 anni (4%).

Commenti
    Tags:
    sessogiornata del benessere sessualegiornata mondiale benessere sessualesalute e sessualitàcoronavirus sessualitàstatistiche sessualità italiadottori.it




    in evidenza
    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    Guarda le immagini

    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    
    in vetrina
    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


    motori
    Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

    Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.