A- A+
Medicina
Tumore alla pelle: si sta diffondendo una forma mortale di cancro alla pelle

TUMORE ALLA PELLE MORTALE: CASI IN AUMENTO. E' ALLARME CANCRO ALLA PELLE

Una forma rara e mortale di tumore alla pelle è in aumento negli Stati Uniti, ei dermatologi avvertono le persone di prendersi maggiormente cura della propria pelle mentre ci dirigiamo verso i mesi estivi.

Il tumore alla pelle mortale che si sta diffondendo è per la precisione il carcinoma a cellule di Merkel. Tale forma aggressiva di tumore alla pelle si riscontra principalmente tra i pazienti più anziani, ma l'American Cancer Society afferma che ci sono circa 1500 casi segnalati ogni anno.

"Il  carcinoma a cellule di Merkel  è più letale del melanoma, ha spesso un coinvolgimento linfonodale e sviluppa metastasi  molto rapidamente." afferma la dottoressa Melanie Palm che lavora presso l'Art of Skin di Solana Beach. 

ALLARME TUMORE ALLA PELLE MORTALE: L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE

I medici richiamano l'attenzione su carcinoma a cellule di Merkel e su altre forme di cancro della pelle durante tutto il mese di maggio e soprattutto nei prossimi mesi estivi. I medici affermano che Dicono che è molto più facile prevenire il carcinoma a cellule di Merkel  e gli altri tumori alla pelle piuttosto che curarli. Ciò include l’utilizzo della protezione solare, indumenti protettivi e visite regolari a un dermatologo.

TUMORE ALLA PELLE: IL CARCINOMA A CELLULE DI MERKEL (MCC)

Il carcinoma a cellule di Merkel (MCC) è un raro e aggressivo tumore della pelle, ad alto rischio di recidive e di diffusione (metastasi) in tutto il corpo, con la maggior parte delle recidive che si verificano entro due anni dalla diagnosi del tumore primario. Mentre la malattia è 30 volte più rara del melanoma (una stima di 0,24 casi per 100.000 persone negli Stati Uniti), essa risulta fatale in circa 1 su 3 pazienti rispetto a 1 su 6 per il melanoma.

Tumore alla pelle:  le cause del Carcinoma a Cellule di Merkel
  • La soppressione immunitaria. Gli individui i cui sistemi immunitari sono cronicamente soppressi (come ad esempio pazienti affetti da HIV o coloro che hanno ricevuto trapianti di organi e devono prendere farmaci immuno-soppressori) sono 15 volte più a rischio di sviluppare MCC rispetto a quelli che non sono immunosoppressi. 
  • L’esposizione (UV) alla luce ultravioletta. L’ esposizione ai raggi UV è in realtà una doppia minaccia: non solo danneggia la pelle, aumentando il rischio di tumore della pelle, ma sopprime anche il sistema immunitario, riducendo la sua capacità di riparare i danni alla pelle e di riconoscere e combattere i tumori della pelle e altre malattie.
  • Insieme con le radiazioni UV, altri fattori possono sopprimere il sistema immunitario, quali i farmaci utilizzati nei trapianti, il virus da immunodeficienza acquisita come l'HIV, malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide e alcune neoplasie come la leucemia linfatica cronica o linfoma.
Iscriviti alla newsletter
Tags:
tumore alla pellecancro alla pellecarcinoma a cellule di merkel
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.