A- A+
Medicina
Vitamina D e schizofrenia: carenza di Vitamina D può portare alla schizofrenia

CARENZA DI VITAMINA D E RISCHIO SCHIZOFRENIA: LO STUDIO

I neonati con carenza di vitamina D presentano un aumento del rischio di schizofrenia durante il corso della vita, lo rivela un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Università del Queensland, in Australia, e dell’Università di Aarhus, in Danimarca. La ricerca, pubblicata sul Scientific Reports, potrebbe prevenire alcuni casi della malattia e dimostra che la carenza di vitamina D neonatale potrebbe rappresentare circa l'8% di tutti i casi di schizofrenia in Danimarca.

Lo studio, condotto dal professor John McGrath dell'Università di Aarhus e dall'università del Queensland, ha rilevato che i neonati con carenza di vitamina D avevano un rischio aumentato del 44% di presentare la schizofrenia da adulti, rispetto a quelli con normali livelli di vitamina D.

Il nuovo studio conferma un precedente studio che ha anche trovato un'associazione tra carenza di vitamina D neonatale e un aumentato rischio di schizofrenia. I risultati supportano l'ipotesi che il rischio di schizofrenia potrebbe essere ridotto con il trattamento della carenza di vitamina D durante le prime fasi della vita.

"La schizofrenia è un gruppo di disturbi cerebrali poco conosciuti caratterizzati da sintomi come allucinazioni, forme depressive e deterioramento cognitivo", dice il professor John McGrath, "Poiché il feto in via di sviluppo è totalmente dipendente dalle riserve di vitamina D della madre, i nostri risultati suggeriscono che garantire alle donne in gravidanza livelli adeguati di vitamina D può comportare la prevenzione di alcuni casi di schizofrenia, in un modo paragonabile al ruolo svolto dall'integrazione di folati nel prevenzione della spina bifida. "

SCHIZOFRENIA CAUSE: CARENZA DI VITAMINA D È LA CAUSA DELL’8% DI TUTTI I CASI DI SCHIZOFRENIA IN DANIMARCA

Il team ha fatto la scoperta analizzando la concentrazione di vitamina D in campioni di sangue prelevati da neonati danesi tra il 1981 e il 2000 che avevano sviluppato la schizofrenia da adulti.
I ricercatori hanno confrontato questi campioni con quelli di persone abbinate per sesso e data di nascita che non avevano sviluppato la schizofrenia.

Secondo John McGrath, la schizofrenia è associata a molti diversi fattori di rischio, sia genetici che ambientali, ma la nuova ricerca suggerisce che la carenza di vitamina D neonatale potrebbe rappresentare circa l'8 per cento dei casi di schizofrenia in Danimarca.

"Gran parte dell'attenzione nella ricerca sulla schizofrenia si è concentrata su fattori modificabili nelle prime fasi della vita con l'obiettivo di ridurre il carico di questa malattia. La ricerca precedente ha identificato un aumento del rischio di schizofrenia associato alla nascita in inverno o in primavera e al vivere in un paese ad alta latitudine, come la Danimarca ", afferma.

"Abbiamo ipotizzato che bassi livelli di vitamina D nelle donne in gravidanza a causa della mancanza di esposizione solare durante i mesi invernali potrebbero essere alla base di questo rischio, e studiato l'associazione tra carenza di vitamina D e rischio di schizofrenia".

"Il prossimo passo è condurre studi clinici randomizzati di integratori di vitamina D in donne in gravidanza carenti di vitamina D, al fine di esaminare l'impatto sullo sviluppo del cervello del bambino e il rischio di disturbi dello sviluppo neurologico come l'autismo e la schizofrenia"

Commenti
    Tags:
    vitamina dcarenza di vitamina d. schizofreniarischio schizofrenia
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

    Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.