A- A+
Milano
Regione, coupon digitali in sconti per chi adotta "comportamenti virtuosi"

Un meccanismo di "coupon digitali, che daranno sconti a fronte di comportamenti virtuosi", come, ad esempio, "prenotare la visita nel giorno in cui c'e' meno fila o pagare il bollo online". L'iniziativa e' stata proposta e potrebbe essere adottata dalla Regione Lombardia. La proposta e' emersa nel corso di uno dei tavoli tematici di 'Dillo alla Lombardia', incontro con i rappresentanti della societa' civile e istituzioni promosso da Roberto Maroni per fare un bilancio annuale delle attivita' della Regione. Stando a quanto riferito dal governatore lombardo, per i prossimi dodici mesi sono poi stati identificate alcune priorita' di intervento: in campo sanitario "lotta alle code, alle liste di attesa, e ai ticket"; poi "tutela dei nostri prodotti" agro-alimentari e del "nostro territorio"; infine "innovazione e lavoro, per aumentare il tasso di occupazione. "Stamattina sono stati affrontati tanti temi al nostro tavolo tematico, che parlava di economia, innovazione digitale, semplificazione, e sono emerse alcune proposte innovative - ha spiegato l'assessore lombardo all'Economia, Massimo Garavaglia -. Per esempio, una che vogliamo portare avanti velocemente, per poter dare ben piu' di 80 euro ai cittadini lombardi, e' quella di un interessante meccanismo di coupon digitali, che daranno sconti a fronte di comportamenti virtuosi, come prenotare la visita nel giorno in cui c'e' meno fila o pagare il bollo online, dando cosi' la possibilita', tramite questi comportamenti virtuosi, di avere degli sconti e quindi soldi in piu'". "Questo e' un esempio di come si puo' fare innovazione e di come la Lombardia e' sempre in testa a tutto - ha concluso Garavaglia -. E vogliamo essere in testa anche sui ticket, diventando la regione dove si pagano meno ticket di tutti".

"Con questa iniziativa di confronto e di ascolto, per noi davvero molto utile, abbiamo illustrato le 12 priorita' per i prossimi 12 mesi, in tutti i settori, dalla sanita' alla cultura, dall'innovazione alle infrastrutture, fino al sostegno alle imprese", ha spiegato Maroni. "Per la prima volta sono state indicate quali sono le priorita' per i prossimi 12 mesi - ha aggiunto -, questo e' molto utile per noi, perche' ci permette di orientarci, perche' le risorse sono poche e cosi' sappiamo dove concentrarci, ovvero sulla lotta alle code, alle liste di attesa, e ai ticket, sulla tutela dei nostri prodotti e del nostro territorio, sull'innovazione e il lavoro, per aumentare il tasso di occupazione: queste sono le quattro priorita' uscite oggi e su cui ci metteremo al lavoro fin da subito"."Abbiamo chiesto a tutti gli stakeholders presenti oggi - ha rimarcato il presidente - di indicarci quali sono le priorita' e in che ordine metterle e la priorita' delle priorita' e' risultata essere la guerra alle code e ai ticket, quindi un impegno forte nel sociale e nella sanita' e, infatti, stiamo mettendo mano a questo settore con la Riforma della sanita'. E va proprio in questa direzione l'iniziativa adottata l'anno scorso con l'operazione 'Ambulatori aperti', aperti la sera e nel fine settimana, che ha fatto registrare in pochi mesi oltre 150mila prenotazioni in piu' rispetto a quelle abituali, e questo e' un segnale che conferma che siamo sulla strada giusta".

Tags:
massimo garavagliaroberto maroniticketcouponregione lombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.