A- A+
Auto e Motori
Fondi Ecobonus esauriti in poche ore: dubbi delle associazioni di categoria

L’attesa degli incentivi ha penalizzato il mercato delle auto elettriche e ibride plug-in (BEV e PHEV) anche nel mese di maggio.

Nonostante un lieve recupero, le BEV si sono fermate al 3,6% di quota di mercato e le PHEV al 3,3%. Finalmente, sabato 25 maggio, con la pubblicazione del DPCM 20 maggio 2024 in Gazzetta Ufficiale, i nuovi incentivi sono diventati operativi. Tuttavia, i fondi disponibili per la fascia 0-20 g/Km di CO2 si sono esauriti rapidamente, suscitando perplessità tra le associazioni di categoria.

Il presidente dell’UNRAE, Michele Crisci, ha espresso sorpresa per la mancanza di 178,3 milioni di euro nei fondi previsti. "Per risolvere questa situazione, sarà necessario un nuovo DPCM", ha dichiarato Crisci, sottolineando l’urgenza di evitare ulteriori incertezze nel mercato.

Sebbene l’UNRAE accolga con soddisfazione l’innalzamento degli incentivi e l’inclusione delle persone giuridiche, Crisci ha manifestato preoccupazioni per le possibili distorsioni del mercato. "È fondamentale una strategia chiara per i prossimi 2-3 anni per permettere a consumatori e imprese di programmare gli acquisti," ha aggiunto Crisci. Secondo le stime UNRAE, i 952,5 milioni di euro previsti incentiveranno circa 316.000 vetture, ma senza generare volumi aggiuntivi al mercato.

Massimo Artusi, presidente di Federauto, ha espresso forti perplessità sull’esaurimento dei fondi in poche ore. "L’esito è diametralmente opposto a quello degli Ecobonus 2022 e 2023, che avevano lasciato ingenti residui", ha osservato Artusi. "Chiediamo che le amministrazioni competenti approfondiscano urgentemente questo fenomeno, che riteniamo anomalo e non in linea con la ratio della norma."

Artusi ha evidenziato che la capacità di assorbimento dei fondi per la fascia 0-20 g/Km è sempre stata modesta, con un avanzo di circa 170 milioni di euro a pochi giorni dall’entrata in vigore dei nuovi ecobonus. "I cittadini e le imprese, destinatari autentici del provvedimento, rischiano di essere tagliati fuori dai benefici per la transizione green," ha concluso Artusi.

Le associazioni di categoria, quindi, chiedono chiarimenti e interventi immediati per risolvere queste anomalie e garantire una transizione energetica equa e sostenibile.






in evidenza
Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

Ecco quanto vale l'immobile

Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio


in vetrina
Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio

Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio



motori
Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.