A- A+
Politica
Autonomia, compromesso nel governo. Progetto più "soft" e presidenzialismo
Roberto Calderoli

Calderoli: "L'autonomia è nel nostro programma di governo e contiamo di farla"

Compromesso. Come anticipato da Affaritaliani.it due giorni fa, nel governo - e in particolare tra Lega e Fratelli d'Italia - si va verso un compromesso sul delicatissimo tema dell'autonomia differenziata. All'indomani della presentazione della bozza alle regioni da parte del ministro Roberto Calderoli, con alcuni governatori del Sud in rivolta, De Luca in testa, si è tenuto un vertice di maggioranza a Montecitorio tra la premier Giorgia Meloni, i deu vicepremier Matteo Salvini e Antonio Tajani e alcuni ministri rappresentanti delle tre forze politiche dell'esecutivo. E il quadro che emerge è proprio quello del compromesso: autonomia, non in tempi velocissimi e magari leggermente rivista rispetto al progetto Calderoli, in cambio dell'avvio della riforma costituzionale presidenzialista e inserimento nella legge di una norma speciale per Roma Capitale.

La norma sull'autonomia differenziata "la stiamo scrivendo, devo ancora sentire sei governatori nella giornata di giovedì, io raccolgo le richieste di tutti e poi produco", dice il ministro per gli Affari regionali e autonomie Roberto Calderoli, lasciando la Camera. "L'autonomia è nel nostro programma di governo e contiamo di farla", avverte. "A che punto stiamo sull'Autonomia? Questo è il governo del fare e prima facciamo e meglio è". Sulle obiezioni dei governatori del Sud, Calderoli dice: "Quando le richieste sono legittime verranno accolte, quelle strumentali no". Incontro sull'autonomia? "Andato molto bene", assicura il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini, lasciando la Camera

"Non deve rimanere indietro nessuno, mi pare scontato". Lo afferma il ministro dell'Agricoltura e della sovranità alimentare Francesco Lollobrigida rispondendo ad una domanda sulle obiezioni dei governatori del Sud. "Il governo Meloni si ispira della sussidiarietà, al principio dell'unità nazionale. C'è una condivisione ampia".

La proposta avanzata dal ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli, in Conferenza delle Regioni “va nella direzione che chiunque amministri un territorio ha sempre sperato, ovvero verso una devoluzione di competenze e anche una specificazione di quelle che oggi il Titolo V della Costituzione delega alle Regioni ma su cui i poteri concorrenti dello Stato impediscono una piena autonomia del territorio". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, intervenuto questa mattina all’Assemblea Congressuale di Anci Liguria.

"Il disegno di legge Calderoli, una bozza ma ci è stato presentato così, è assolutamente insostenibile". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di una diretta Facebook. "Prima decidiamo i livelli essenziali di prestazioni e i costi standard, poi andiamo avanti. Fermo restando che l'unità nazionale è un bene sacro e inviolabile, in modo particolare in rapporto a mondo della scuola e tutela della salute dei cittadini italiani", ha aggiunto De Luca.

"Si può dire tutto e il contrario di tutto. Come funzione che mi compete non mi preoccupa. È un dossier delicato in cui chi propone pensa che possa essere fattore di sviluppo anche per le aree oggi maggiormente svantaggiate, pensa che attraverso forme maggiori di autonomia si possano creare possibilità di avere una classe dirigente più formata e affermata". Così il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi parlando con i giornalisti a Napoli sull'autonomia della Regioni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
autonomia riforma compromesso governo





in evidenza
Fazio annuncia 3 ospiti da urlo e una star di Sanremo. Nuovo colpo del Nove

Che tempo che fa

Fazio annuncia 3 ospiti da urlo e una star di Sanremo. Nuovo colpo del Nove


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.