A- A+
Politica
Berlusconi presidente della Repubblica grazie ai grillini. Il rumor choc
Silvio Berlusconi 

QUIRINALE, BERLUSCONI PRESIDENTE ANCHE GRAZIE AI RENZIANI (VEDI ACCORDO A PALERMO E IN SICILIA)


"Onorato della mia candidatura. Non ho mai sollecitato il Colle. Nessuno giro a vuoto". Silvio Berlusconi è uscito allo scoperto svelando quello che ormai tutti sapevano: l'accordo nel Centrodestra con Matteo Salvini e Giorgia Meloni prevede, in cambio dell'impegno sul no alla riforma della legge elettorale in senso proporzionale e la conferma del maggioritario, la candidatura unitaria e compatta dell'ex premier e presidente di Forza Italia alla presidenza della Repubblica. Delle parole di Berlusconi quella più importante è quel "nessuno giro a vuoto", il che vuol dire che l'ex Cavaliere non intende assolutamente fare da candidato di bandiera.

Come ha scritto Affaritaliani.it, l'ipotesi più probabile è che il Centrodestra scriva sulla scheda da depositare nell'urna Maria Elisabetta Alberti Casellati alle prime tre votazioni, quando serve la maggioranza qualificata dei due terzi (solo il Mattarella bis o Mario Draghi potrebbero avere i numeri). Dal quarto scrutinio, quando basteranno 505 voti per salire sul Colle più alto di Roma, il Centrodestra potrebbe uscire allo scoperto votando Berlusconi. Ai 440 circa grandi elettori che sulla carta dovrebbero essere sicuri per l'ex Cav potrebbero aggiungersi i 41 di Italia Viva.

E infatti sono in molti a leggere l'accordo per il sindaco di Palermo e forse anche per la presidenza della Regione Sicilia, l'ormai famigerato Forza Italia Viva costruito da Davide Faraone e Gianfranco Miccichè, proprio in chiave Quirinale. Un'intesa elettorale che sposta i renziani al centro e gli ridà un ruolo chiave nella politica nazionale in cambio del sostegno a Berlusconi Capo dello Stato. Ma non finisce qui. La matematica non è un'opinione e, conti alla mano, considerando anche i voti in Parlamento di Matteo Renzi, per eleggere il leader di Forza Italia mancano circa venti voti. E' proprio di questa mattina una voce clamorosa che fa tremare i polsi alla sinistra e al Pd e che terrorizza i tanti nemici di Berlusconi, Marco Travaglio in testa. "Una trentina tra deputati e senatori del Movimento 5 Stelle, parlamentari di seconda fila e non esponenti di spicco, sarebbe pronta a votare Berlusconi presidente della Repubblica".

Il rumor insistente viene confermato da varie fonti, sia del Centrodestra sia dei giallo-rossi. Il motivo di questa scelta di una trentina di peones grillini sarebbe del tutto tattico e per niente politico. L'ex Cavaliere è assolutamente contrario alle elezioni politiche anticipate nel 2022 e vuole che Draghi termini il suo mandato a Palazzo Chigi. Eleggere Berlusconi al Quirinale (che ha più chance di candidati di sinistra come Prodi, Veltroni o Franceschini) consentirebbe quindi di evitare sicuramente il rischio voto, che ci sarebbe invece con Draghi al Colle come ha proposta anche Giuseppe Conte, permettendo ai parlamentari alla prima legislatura di arrivare a quel fatidico 4 anni, 6 mesi e un giorno in Parlamento che regalo il diritto al vitalizio. Insomma, tengo famiglia vale più delle storiche battaglie del vero leader grillino, Travaglio.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    berlusconi presidente della repubblicaberlusconi quirinale
    in evidenza
    Juventus, è fatta per Vlahovic Alla Fiorentina 75 mln. E Morata...

    Calciomercato

    Juventus, è fatta per Vlahovic
    Alla Fiorentina 75 mln. E Morata...

    i più visti
    in vetrina
    Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"

    Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"


    casa, immobiliare
    motori
    Renault si aggiudica due premi al Festival Automobile International

    Renault si aggiudica due premi al Festival Automobile International


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.