A- A+
Politica
La Boschi ha i messaggini del Conte prof. Ma si rifiuta di darli a Renzi

"Buongiorno Matteo, lui è Conte". Fu la Boschi a presentare il premier a Renzi

Mentre la crisi di governo è ormai dilagata, con l'uscita di Italia Viva e il salvataggio del governo in Senato, con una fiducia strappata per solo qualche voto, si scopre da dove tutto è iniziato. Il Fatto Quotidiano svela da dove è partito il rapporto Conte-Renzi. Risale ad un pranzo a Roma nel 2013, a presentarli fu Maria Elena Boschi. “Buongiorno Matteo, ti presento il professor Giuseppe Conte”: quando Maria Elena Boschi porta a metà del 2013 il professor Conte dell’Università di Firenze al cospetto del sindaco di Firenze, Renzi non è ancora presidente del Consiglio, ma sta per candidarsi alle primarie del Pd per prendersi il partito e l’Italia con il benservito a Enrico Letta e il 40,8% alle Europee del 2014. Tutti volevano conoscere il “Royal Baby”, come lo chiamava Giuliano Ferrara.

Giuseppe Conte - prosegue il Fatto -ha sempre avuto un effetto divisivo tra Matteo e Maria Elena. Dentro Italia Viva si racconta che Renzi avrebbe chiesto più volte alla sua ex ministra i messaggini scambiati con Conte quando era solo un professore di Diritto. Renzi sperava forse di trovare in quegli sms, oltre ai complimenti per la nomina a ministro delle Riforme, una traccia di sostegno per le riforme stesse o di solidarietà per le polemiche su Banca Etruria. L’uscita sui giornali di qualcosa di simile (ove esistesse) avrebbe potuto incrinare l’immagine di Conte agli occhi del M5S.

Nell ’estate 2019, - prosegue il fatto - quando Matteo fa la mossa del cavallo e crea dal nulla il governo giallorosa, subito pone il veto al Conte- bis e mette in pista Raffaele Cantone (il pm che tuttora preferirebbe all’avvocato di Palazzo Chigi) e solo quando capisce che senza Conte rischia le elezioni con un Pd in mano a Zingaretti, Renzi capitola e rinvia la resa dei conti con Conte dopo la scissione del suo partito dal Pd. “Con Conte ci parla Maria Elena”è la frase che Matteo ha detto più volte in questi anni, sia quando è nato il governo giallorosa, sia quando si è parlato di farlo finire. In questa fase politica nulla è scontato. Il leader di Italia Viva ha una prospettiva individuale ben diversa da quella della sua capogruppo alla Camera.

Commenti
    Tags:
    maria elena boschigiuseppe contematteo renziconte renzicrisi governorapporto conte renziquando cade il governoquando si vota
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Salvini pranza con Francesca "Prendo carne cruda". VIDEO

    Dolce vita romana

    Salvini pranza con Francesca
    "Prendo carne cruda". VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Meteo marzo choc: tornano NEVE in pianura e GELO. COLPO DI CODA CRUDO...

    Meteo marzo choc: tornano NEVE in pianura e GELO. COLPO DI CODA CRUDO...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up

    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.