A- A+
Politica
FdI, Fidanza a tutto campo: "Così manderemo le sinistre all'opposizione in Ue"
Carlo Fidanza

Fidanza: "Ho lavorato molto in questi anni insieme a Raffaele Fitto per far crescere la rete europea e internazionale dei Conservatori"


Carlo Fidanza, eurodeputato di Fratelli d’Italia e a lungo uomo chiave nelle relazioni internazionali di Giorgia Meloni, risponde ad Affaritaliani.it da Londra dopo essere intervenuto a una convention del partito conservatore europeo ECR, presieduto proprio dalla premier italiana.

Ma quindi, onorevole Fidanza, il suo impegno internazionale continua nonostante le disavventure giudiziarie che l’hanno coinvolta?
"Certamente, il mio impegno non è mai venuto meno. Ho lavorato molto in questi anni insieme a Raffaele Fitto per far crescere la rete europea e internazionale dei Conservatori. Oggi, con questo evento a Londra, ECR ha voluto ribadire quanto sia cruciale il legame transatlantico nell’affrontare le sfide di questo tempo, a partire da energia e sicurezza. Ma naturalmente c’è anche molta curiosità per le mosse del governo Meloni che viene visto come una speranza e un possibile modello dai nostri alleati europei. Già oggi ECR nel Consiglio europeo conta tre premier (Italia, Polonia e Repubblica Ceca) che rappresentano il 25% dei cittadini europei".

Richiesta di archiviazione dopo più di un anno di indagini da parte della Procura di Milano sulla cosiddetta inchiesta "Lobby nera". La fine di un incubo? Come ha vissuto questi lunghi mesi?
"Non ho mai smesso di lavorare al Parlamento Europeo su tantissimi temi su cui è prioritario difendere il nostro interesse nazionale e la nostra idea di Europa. Sul piano personale è stata dura, la gogna mediatica a cui sono stato sottoposto è stata pesante e nessuno mi restituirà mai fino in fondo la serenità di un’immagine specchiata come quella che mi sono costruito in trent’anni di militanza politica. Naturalmente sapevo di non aver compiuto alcun reato ed ero fiducioso che le indagini avrebbero dimostrato l’inesistenza di quella fantomatica “Lobby nera” così come di ogni ipotesi di reato. Ora attendo fiducioso la conferma del Gip".

Eppure i problemi non sembrano finire per lei.. poche ore dopo la richiesta di archiviazione di “Lobby nera”, la Procura di Milano ha comunicato la chiusura indagini per una strana storia sulle dimissioni di un consigliere comunale che lei avrebbero “comprato” offrendo un lavoro al figlio. Corruzione dicono i pm…
"È una vecchia storia che nasce da un esposto anonimo, presentato pochi giorni dopo la vicenda Fanpage, che parlava di correnti dentro FdI a Brescia e gettava ombre su di me. Confesso che mi ha colpito la contemporaneità dei due atti. E anche leggere alcuni sms, completamente decontestualizzati, o valutazioni secondo le quali l’onorevole Calovini avrebbe avuto bisogno di un posto in Consiglio comunale perché altrimenti non sarebbe stato candidato alla Camera. FdI ha eletto diversi parlamentari senza precedenti esperienze nelle amministrazioni locali e Calovini era già all’epoca dei fatti uno stimato dirigente nazionale del partito. Non lo dico assolutamente per polemizzare con i magistrati, verso i quali in questi quindici mesi ho sempre mantenuto un atteggiamento improntato alla massima correttezza e collaborazione. E anzi chiederò di essere sentito per spiegare che anche in questo caso non c’è stato alcun reato, alcuna corruzione, alcun uso irregolare di risorse pubbliche europee. Lo farò con la stessa serenità che ho adottato in questi mesi sull’altro caso".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
carlo fidanza fdi intervista





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.