A- A+
Politica
Decreto legge e legislativo: qual è la differenza?

Differenze tra decreto legge e decreto legislativo: scopri in cosa costistono i due atti e in quali casi sono previsti

In Italia il potere legislativo è detenuto dal Parlamento. Sono la Camera e il Senato ad emanare le leggi ordinarie ma in alcuni casi di particolare necessità o per questioni molto tecniche e complesse questa possibilità spetta anche al Governo. Quali sono però le differenze tra decreto legge e decreto legislativo e in quali casi l'esecutivo ha nelle mani il potere legislativo?

Differenze tra decreto legge e decreto legislativo

Il decreto legge secondo quanto prevede l'articolo 77 della Costituzione in sostanza è una forma di deroga rispetto al normale iter per l'emanazione delle leggi. Questa funzione viene delegata al Governo in caso di necessità ed ugenza e non al Parlamento, che dovrà comunque approvare il decreto legge e convertirlo in legge. Il Governo con un decreto legge può quindi emanare leggi in totale autonomia.

"Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. - afferma l'art. 77 - Quando, in casi straordinari di necessità e di urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere che, anche se sciolte, sono appositamente convocate e si riuniscono entro cinque giorni. I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione. Le Camere possono tuttavia regolare con legge i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti non convertiti".

Quali sono però le differenze tra decreto legge e decreto legislativo? Ai sensi dell'articolo 76 della Costituzione il decreto legislativo può essere emanato dal Governo solo su delega del Parlamento che ne indica i contenuti e tempi di emanazione. Tramite una legge delega le Camere danno all'esecutivo il potere di promuovere un decreto legislativo su materie molto specifiche, come Testi Unici o Codici, che altrimenti potrebbero portare a un rallentamento dei lavori parlamentari.

Differenze tra decreto legge e decreto legislativo: le caratteristiche dei due atti nel dettaglio

Un decreto legge (DL) viene emanato dal Governo in casi particolari come le calamità naturali o come è avvenuto in diverse occasioni durante l'epidemia di Covid-19. Questo deve essere obbligatoriamente presentato al Parlamento lo stesso giorno della sua emanazione. Le Camere dovranno poi approvarlo e convertirlo in legge entro 60 giorni o altrimenti perderà il valore di legge in forma retroattiva, ovvero dal momento dell'entrata in vigore.

Con un decreto legislativo (D.lgs), invece, il Parlamento tramite una legge delega chiede al Governo di emanare leggi riguardanti discipline molto complesse o che richiedono il consulto di tecnici. Nella legge delega sono specificati tempi di emanazione e limiti al potere legislativo affidato occasionalmente al Governo nel rispetto della separazione dei poteri tra esecutivo e Camere.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
decreto leggedecreto legislativogovernoparlmento





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.