A- A+
Politica
Dl Aiuti ter, dote sale a 14 mld: bonus 150 euro a redditi sotto i 20mila euro
Mario Draghi

Decreto Aiuti ter, ok del Cdm

E' terminato il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi. Nel corso della seduta, durata poco meno di due ore, sono stati approvati, tra le altre cose, il dl Aiuti ter, il dlgs di mappatura delle concessioni, lo stato di emergenza per le Marche. 

"I ministri della Lega hanno votato contro il decreto che avvia le mappature delle concessioni. Abbiamo ritenuto fosse scorretto portare un provvedimento del genere all'esame del Consiglio dei ministri a pochi giorni dalle elezioni. Riteniamo che sia piu' corretto affidare l'esame di simili provvedimenti al nuovo governo''. Lo dice il ministro del Turismo Massimo Garavaglia. "Inoltre, non c'era alcuna urgenza, visto che il termine per approvare il decreto sulla mappature delle concessioni scade a febbraio del 2023.

Il Cdm ha dato il via libera alla proposta del ministro del Lavoro, Andrea Orlando, per un contributo straordinario per gli enti del terzo settore pari al 25% della spesa sostenuta per l'acquisto della componente energetica effettivamente utilizzata nel primo, secondo, terzo e quarto trimestre 2022, e a parziale compensazione dei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l'acquisto del gas naturale, un eguale contributo straordinario pari al 25%, per quello consumato nel primo, secondo, terzo e quarto trimestre 2022, per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici. Lo riferisce una nota del ministero. Il terzo settore ha risentito, dopo l'emergenza pandemica, delle gravi conseguenze sociali, politiche ed economiche del conflitto in Ucraina risentendo significativamente anche delle variazioni dei prezzi delle materie prime e delle oscillazioni dei mercati finanziari osservate dallo scoppio della guerra. Proprio al fine di attenuare l'impatto dell'aumento dei prezzi dell'energia elettrica e del gas naturale sulle numerose e diverse attività svolte dagli enti del terzo settore, la proposta normativa prevede l'erogazione di un contributo per l'acquisto di gas ed energia a favore degli enti del terzo settore.

Dl Aiuti ter, via libera all'unanimità: prorogato il taglio delle accise della benzina. Le misure

1. nel quarto trimestre 2022 estensione del credito d’imposta alle piccole imprese. Il meccanismo del credito d’imposta da ottobre varrà quindi per tutte le imprese. Fino al 30 settembre è confermato l’attuale meccanismo, con credito d’imposta al 25% per le imprese energivore e al 15% per le altre imprese con consumo maggiore di 16,5 MW. Per i mesi di ottobre e novembre è previsto un rafforzamento, con soglia del 25% per le imprese energivore e gasivore e al 40% per tutte le imprese che consumano gas;

2. garanzia statale sui prestiti alle imprese in crisi di liquidità per il caro bollette, con accordi da sviluppare con le banche per offrire i prestiti al tasso più basso, in linea con il Btp;

3. conferma della riduzione delle accise su gasolio e benzina fino a tutto novembre, con prossimo decreto ministeriale;

4. stanziamento di 400 milioni per il Servizio sanitario nazionale, suddiviso tra le regioni e province autonome per far fronte ai rincari nel settore ospedaliero, comprese RSA e strutture private

5. bonus una tantum di 150 euro per chi percepisce redditi inferiori a 20.000 euro lordi annui, compresi i pensionati (platea di 22 milioni di persone);

6. stanziamento di circa 190 milioni per il sostegno alle aziende agricole, con interventi per la riduzione dei costi del gasolio agricolo, dei trasporti e dell’alimentazione delle serre;

7. contributi economici per le scuole paritarie per far fronte al caro bollette;

8.revisione in senso restrittivo della disciplina in materia di delocalizzazioni, con aggravio delle sanzioni;

9. contributi in favore dello sport, del mondo della cultura (in particolare cinema e teatri) e del terzo settore;

10. 100 milioni di euro per il trasporto pubblico locale;

11. in attuazione del PNRR, norme per la realizzazione di nuovi alloggi universitari e modifiche alla disciplina degli Istituti Tecnici Superiori.

*Concorrenza*

All’esame del Cdm due decreti legislativi di attuazione della legge annuale sulla concorrenza.

1. Servizi pubblici locali

Sono definiti i principi diretti a regolare le varie fasi per la istituzione di un servizio pubblico locale, con particolare attenzione per il principio di sussidiarietà orizzontale. Sono incentivate forme di aggregazione tra gli operatori; si stabiliscono incompatibilità precise, in particolare l’autorità che regola il servizio non può gestirlo; si rafforzano pubblicità e trasparenza

2. Decreto mappatura concessioni

Si istituisce un’unica banca dati nazionale, con individuazione dei responsabili della trasmissione dei dati.

*Energie rinnovabili*

Approvata l’autorizzazione a proseguire nella realizzazione di sei impianti eolici (4 in Puglia, 1 in Sardegna, 1 in Basilicata)

Si superano i 2.185 MW autorizzati dal governo. Nel complesso 45 impianti autorizzati, altri 14 saranno approvati successivamente.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    dl aiutigoverno





    in evidenza
    Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

    Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

    Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

    
    in vetrina
    Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore

    Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore


    motori
    CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

    CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.