A- A+
Politica
Coronavirus e nuovo dopoguerra: ma della seconda o della prima?
Quando usare le mascherine per proteggersi dal coronavirus

 

Sempre più sentiamo dire “siamo in guerra” e nel futuro molti vedono  scenari da dopoguerra: l’Europa politicamente in macerie, milioni di disoccupati, economie in ginocchio, attività fallite, in attesa di un piano Marshall, ossia dei “corona bond”, se mai arriveranno. Le conseguenze del coronavirus potrebbero essere peggiori, oltre che inedite : non si è mai vissuta una situazione in cui tutto si è fermato e due miliardi di esseri umani sono costretti a casa. Durante la guerra, nonostante le bombe, le scuole, i bar e i ritrovi erano aperti, si poteva uscire, e le fabbriche, magari riconvertite a produzioni strategiche, funzionavano.

Come in guerra, i governi prendono in un’ora decisioni per le quali di solito non basterebbero anni di dibattiti. Intanto, esperti e intellettuali ripetono la seconda frase di moda, “nulla sarà più come prima”, il cappello di domande esistenziali e cosmiche : come saranno i rapporti interpersonali? Come muoverci? E’ la fine della globalizzazione? Andremo a teatro o allo stadio con le mascherine?

In attesa di una normalità che tarderà ancora per molto (inutile negarlo), è evidente il piano inclinato della politica e dell’informazione. Due comparti interdipendenti, ansiogeni e “contaminati” dal virus che ha “mutato” la vita politica e civile. Sono state diluite e azzerate molte forme della democrazia parlamentare. Il premier ungherese Orban l’ha ufficialmente sospesa. La Cina non ha nemmeno preso in considerazione l’ipotesi. A Roma e in molte altre capitali, premier e presidenti consultano qualche ministro, medici e virologi, e poi dettano le regole di vita di milioni di esseri umani che si riassumono in una sola : stare a casa. E’ più facile dire il poco che è concesso - fare la spesa, respirare, chattare - che fare l’elenco del molto che è vietato.

Stare a casa significa vivere in una bolla mediatica in cui la contabilità del virus, la politica del virus, l’economia del virus, rappresentano il mondo esterno. La delega della vita civile e politica e l’informazione ansiogena hanno prodotto il paradosso del consenso al manovratore, mediamente alto, nonostante qualche polemica, che riguarda l’efficacia delle decisioni e non la loro legittimità. Saremo presto disponibili ad accettare indagini a tappeto e controlli dei movimenti personali in rete. Si registrano improvvise evoluzioni di società compatte, solidali, mediamente disciplinate, quando si credevano fino a ieri rancorose, individualiste, conflittuali. Un nemico comune, unico e invisibile,  ci minaccia e al tempo stesso ci unisce nello stesso destino.

In attesa del vaccino, “Siamo in guerra” e “niente sarà più come prima” potrebbero voler dire essere guariti Int Paesi morti, sopravvissuti in una realtà virtuale, in balia dei giganti del web, di mercati finanziari e forme di potere e convivenza prodotte dall’emergenza sanitaria e ancora sconosciute. Nessuno è in grado di prevedere che cosa succederà quando ci ritroveremo più poveri in Paesi dissanguati. Già si percepisce un altro nemico comune : l’Europa, per la sua colpevole impotenza. E se l’Europa non risponderà all’ultima chiamata, avranno il sopravvento nazionalismi, frontiere chiuse, conflittualità politica, ostilità fra Paesi un tempo amici, debito pubblico insostenibile, domande di autorità e sicurezza, decomposizione del tessuto sociale.

Allora dovremo cominciare a chiederci di quale dopoguerra abbiamo parlato sinora, sperando che non assomigli a quello del primo conflitto mondiale. Si sa che cosa fu il « dopo ».

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    dopoguerra coronavirus
    Loading...
    in evidenza
    Lucia Azzolina, un po' di relax Ministra paparazzata in bikini

    LE FOTO AL MARE

    Lucia Azzolina, un po' di relax
    Ministra paparazzata in bikini

    i più visti
    in vetrina
    GEORGINA RODRIGUEZ, costume leopardato. Lady Ronaldo esplosiva. LE FOTO

    GEORGINA RODRIGUEZ, costume leopardato. Lady Ronaldo esplosiva. LE FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot Italia: anticipa da subito l’incentivo, per tutti e senza vincoli

    Peugeot Italia: anticipa da subito l’incentivo, per tutti e senza vincoli


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.