A- A+
Politica
Draghi premier se l'Italia rischia il default. E governo di larghe intese
Foto: LaPresse

Il Movimento 5 Stelle lo ha detto in modo chiaro e inequivocabile: nessuna ipotesi di larghe intese o di governo di unità nazionale guidato dall'ex presidente della Bce Mario Draghi per fronteggiare la crisi economica, inevitabile, dopo la gravissima emergenza sanitaria del coronavirus. Draghi? "Non è nemmeno nei nostri binocoli", ha sentenziato su Affaritaliani.it il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, fedelissimo di Luigi Di Maio.

E il Partito Democratico? Al momento al Nazareno escludono che si debba arrivare a un esecutivo di emergenza con dentro tutte le forze politiche e confermano che si va avanti con l'attuale governo e il premier Giuseppe Conte, nonostante non manchino mal di pancia per la gestione della fase delicata. Ovviamente prima bisogna risolverà la crisi sanitaria, ancora molto pesante, e l'Italia deve uscire dalla fase acuta dell'emergenza Covid-19. Quindi anche il Decreto economico numero due di aprile, quello che dovrebbe essere da 50 miliardi di euro e scritto insieme al Centrodestra, verrà gestito da Conte e dal governo M5S-Pd-Italia Viva-LeU.

E' chiaro però che nei prossimi mesi, quando bisognerà fare i conti con il difficilissimo rilancio economico del Paese, le cose potrebbero essere molto diverse. Il ragionamento che fanno ai piani alti del Pd - rigorosamente a microfono spento - è che il futuro economico mondiale è decisamente incerto e per certi versi compromesso. Pertanto sono in molti nei Dem a pensare che se l’Italia dovesse trovarsi addirittura sull’orlo del default (scenario che la politica non esclude a priori) una personalità come quella di Draghi, per il quale l’intera Unione europea e non solo nutre rispetto e stima, sarebbe una figura adatta per affrontare una crisi senza precedenti.

E' chiaro che oggi, quando siamo ancora alle prese con il numero di contagiati e di vittime elevatissimo e non si vede la luce in fondo al tunnel (senza considerare l'espansione della pandemia all'estero), nessuno può sapere quanto devastanti saranno le conseguenze economiche e finanziarie. Quindi dal Pd oggi la risposta, informale, è no alle larghe intese e avanti con Conte. Ma se le cose si mettessero davvero male (default), in un futuro nemmeno troppo lontano l'ipotesi Draghi e governo di larghe intese tutti dentro sarebbe una soluzione da valutare concretamente.

Loading...
Commenti
    Tags:
    draghi presidente consigliodraghi al governodraghi premierdraghi candidato premiergoverno pdm5sgoverno larghe intesegoverno di larghe intese
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Salvini: chiese aperte per Pasqua Da sola la scienza non basta

    Coronavirus vissuto con ironia

    Salvini: chiese aperte per Pasqua
    Da sola la scienza non basta

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 VINCITORE: IL NOME E' CALDISSIMO... Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 2020 VINCITORE: IL NOME E' CALDISSIMO... Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon

    5 diverse tipologie di propulsione per la nuova Seat Leon


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.