A- A+
Politica
Elezioni 2018 e M5S. Ecco i rischi paese con un Governo Cinque Stelle

La campagna elettorale e' appena iniziata e gli aspetti più’ evidenti che stanno emergendo sono :una generale mancanza di programmi e un succedersi di colpi bassi da destra a sinistra.

 In fondo un ‘gia’ visto’ ad eccezione di alcune inquietanti esternazioni di rappresentanti del M5S e del suo leader Luigi Di Maio.

Ultima in ordine di tempo la presa di posizione riguardo alle pensioni.
‘Vogliamo recuperare 12 miliardi per togliere progressivamente la Legge Fornero ed allora taglieremo, anzi aboliremo, se saremo al Governo , le pensioni oltre i 2300 euro’ cosi’ pare aver dichiarato a qualche media Di Maio.
Potrebbe essere stata una errata interpretazione dei media, certo che se vere, sarebbero parole pesanti, sotto molti punti di vista.

Elezioni 2018 e M5S. Di Maio abolirebbe le pensioni d’oro

Immediata la risposta di Matteo Renzi che si e’chiesto se non sia 'folle pensare al tetto dei 2300 euro ritenendola una pensione d’oro’.
Ma il problema di queste dichiarazioni pero’ e’ ben altro ed e’ molto più’ inquietante.

Non si tratta di abolire le pensioni da duemila, tremila o cinquemila euro, ma si tratta invece di cancellare tutto quello che non e’ dovuto, perché 'di fatto non e’ stato pagato nel tempo. Le pensioni dei politici ne sono, in questo senso, un esempio perfetto’.

In caso contrario si dovrebbe parlare di cancellazione di diritti acquisiti. Un vero e proprio esproprio o, usando termini diversi, una specie di furto da parte dello Stato.

Elezioni 2018 e M5S. Una proposta inquietante?

Se Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, o lo stesso Matteo Renzi avessero parlato del sistema pensionistico utilizzando le stesse parole del leader pentastellato, e avessero dato un messaggio cosi’ autoritario, ai limiti dell’esproprio proletario, immediate sarebbero state le reazioni della gente, delle rappresentanze sindacali, degli ordini professionali.
Al momento invece un silenzio assordante.

Dopo la proposta di reddito di cittadinanza e dopo quella relativa al possibile referendum per rimanere o meno in Europa ecco un nuovo diktat del Movimento.

Tutto quello che e’ stato fatto dai Governi precedenti come : aiutare il Paese ad uscire dalla crisi e ripartire, ridare dignità’ all’immagine dell’Italia all’estero, tenere sotto controllo i conti e pure gli sbarchi dei migranti, sembra, per il ‘Grillo pensiero’  attività’ assolutamente paragonabile all'acqua fresca, quasi tutta da da buttare con un veloce scarico dell’acqua.

Elezioni 2018 e M5S. Uno stile apparentemente democratico

Sembra, questo modus operandi grillino, uno stile solo apparentemente democratico, ma in realtà’ molti osservatori lo giudicano abbastanza vicino a un qualcosa di dittatoriale.

Probabilmente gli osservatori internazionali, i grandi fondi sovrani che avrebbero magari intenzione di investire nel nostro Paese, stanno alla finestra  in attesa dei risultati di marzo.

Certo e’ che i mercati finanziari stranieri hanno bisogno , dal Governo di un Paese, certezze ed esperienza.
Devono essere convinti che, alla guida della sesta potenza industriale del mondo dopo le elezioni di primavera 2018,  sia  arrivata una compagine esperta, capace di dimostrare velocemente sul campo i galloni del comando.
 Al contrario invece i risultati del lavoro nelle città’ guidate dai grillini tardano ad arrivare.
Magari non per totale colpa loro ma un conto sono i proclami prima delle elezioni altro sono i progetti che devono essere messi in campo nel lavoro quotidiano.

E con queste semplici riflessioni gli italiani farebbero bene a convivere per almeno i tre mesi che li separano dalle elezioni.

Un voto consapevole e  ragionato potrebbe sicuramente accelerare la ripresa.
Un voto di pancia, sostenuto da acrimonia, invidia, regalerebbe il paese ad una forza politica forse ancora troppo inesperta.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioni 2018m55ms5 elezioni 2018elezioni 2018 m5s
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.