A- A+
Politica
Governo, Draghi mette Salvini all'angolo. "Astensione? Precedente molto grave"
(fonte Lapresse)

Governo, Draghi mette Salvini all'angolo. "Astensione? Precedente molto grave"

L'emergenza Coronavirus in Italia non accenna a diminuire come sperato. Lo certificano i numeri, il calo dei contagi è molto lento e la situazione negli ospedali resta critica. Specie nei reparti di terapia intensiva la pressione è tanta, complici le varianti che dominano in tutto il Paese e che rendono la malattia più aggressiva. Per questo il governo ha deciso che le riaperture saranno graduali e in Consiglio dei ministri Draghi ha portato un decreto che non prevede modifiche al coprifuoco, che resta alle 22 e vieta la riapertura dei locali al chiuso per pranzo.

La cosa non è piaciuta alla Lega - si legge su Repubblica - che ha deciso di astenersi. Il premier boccia la decisione del Carroccio con poche sillabe risentite: "È un precedente grave". Pausa. "Prendiamo atto, è molto grave". Il premier sceglie la fermezza. Non può accettare che si mortifichino decisioni prese in un vertice a cui ha partecipato anche il Carroccio. I ministri che siedono al suo fianco, e ora si sfilano. «Altrimenti cosa le riuniamo a fare, queste cabine di regia?». Fermezza anche perché è inaccettabile stracciare patti con un sms, come ha scelto di fare l’ex ministro dell’Interno, «altrimenti si nega un certo modo di procedere e condividere le decisioni». Fermezza per far capire quanto è alta la posta in gioco.

Il ministro della Cultura Franceschini - prosegue Repubblica - non resta in silenzio sull'accaduto. «Scusate, ma devo tornare su quanto accaduto. Non si è mai visto che su un decreto così importante una forza di maggioranza non partecipi al voto. Anche perché parliamo di un testo definito da parte di tutti, in cui ciascuno ha ceduto qualcosa. Crea un precedente grave". La controprova si avrà già tra qualche giorno. L’appuntamento più vicino è quello della mozione di sfiducia a Speranza. Votare contro un alleato di governo allontanerebbe la Lega dalla maggioranza. Ma anche l’astensione rischia di generare danni irreparabili. C’è una settimana per capire se il «grave precedente» porterà consiglio o se le strade della Lega e dell'attuale esecutivo si seperarenno.

Commenti
    Tags:
    governogoverno draghidraghi salvinicoronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiariaperturedata riapertura ristoranti
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Claudio Baglioni compie 70 anni I fan gli dedicano un murales

    Roma

    Claudio Baglioni compie 70 anni
    I fan gli dedicano un murales

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off

    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.