A- A+
Politica
Governo Lega-M5S, Salvini, Di Maio e Berlusconi: ecco la verità sul governo
Foto LaPresse

Governo Lega-M5S, forse ci siamo. Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno chiesto altre 24 ore al Quirinale per cercare di far nascere un esecutivo politico ed evitare quello 'neutrale' e rosa del Presidente (che non avrebbe i numeri in Parlamento). Forza Italia, come ha spiegato il Governatore della Liguria Giovanni Toti, sta ragionando sulla cosiddetta 'benevolenza critica' visto che Silvio Berlusconi non vuol sentir parlare di appoggio esterno. Il timore per il ritorno alle urne a fine luglio, praticamente certo nel caso fallisse il tentativo in extremis tra Carroccio e pentastellati, è quello di un forte ridimensionamento rispetto al già magro risultato del 4 marzo. L'ex Cavaliere - secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it - insieme ai colonnelli leghisti, Giancarlo Giorgetti e Gianmarco Centinaio, sta valutando una formula che consenta la nascita del governo Lega-M5S senza sfasciare l'alleanza di Centrodestra (visto che a giugno ci sono importanti elezioni comunali).

Forza Italia, in base all'ipotesi di intesa, uscirebbe dall'Aula al momento della fiducia all'esecutivo giallo-verde mentre sui singoli provvedimenti valuterebbe liberamente di volta in volta l'atteggiamento da tenere, senza preclusioni ma senza l'ok acritico. Una sorta di opposizione a metà, insomma. In cambio, Berlusconi chiederebbe (e probabilmente otterrebbe) la guida della Commissione di Vigilanza Rai (che per prassi spetta all'opposizione, essendo un organismo parlamentare di controllo. Al Partito Democratico andrà invece il Copasir) e almeno tre presidenze di Commissioni permanenti sia alla Camera sia al Senato. Non solo, sono le indiscrezioni raccolte da Affaritaliani.it, il leader di Forza Italia avrebbe anche garanzie sul Ministero dello Sviluppo Economico, sull'Agcom e sul contrasto alle mire di Vivendi (ormai ridimensionata) in Italia. Insomma, garanzie sulle aziende di famiglia. Resta da valutare il ruolo di Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni. La Lega spingerebbe per un ingresso della politica romana nel governo, ma Di Maio preferirebbe lo schema della 'benevolenza critica' anche per Fdi e circoscrivere l'intesa solo a due.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
governo lega m5snuovo governogoverno salvini di maiogoverno berlusconigoverno forza italia
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid

Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid


casa, immobiliare
motori
Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport

Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.