A- A+
Politica

Tre ministre di troppo. Tre donne che prima o poi dovrebbero (condizionale d'obbligo) lasciare il governo. Almeno per il momento non ci sarà alcun rimpasto, su questo punto le fonti Pd e M5S concordano. Luigi Di Maio non ha alcuna intenzione di spostarsi dalla Farnesina al Viminale, dove Luciana Lamorgese ha la massima fiducia del premier Giuseppe Conte e delle forze di maggioranza. L'ipotesi Nicola Zingaretti ministro dell'Interno è stata smentita categoricamente dallo stesso segretario del Pd. Ipotesi che era nata dalla necessità di trovare un ruolo di peso al presidente della Regione Lazio nel caso in cui avesse deciso di entrare nell'esecutivo.

Dopo le elezioni regionali, però, salvo un clamoroso 5 a 1 o 6 a 0 per il Centrodestra che potrebbe portare alla fine del governo, il rimpasto tornerà necessariamente di attualità. Le tre ministre donne nel mirino sono Nunzia Catalfo, Lucia Azzolina e Paola De Micheli. La titolare del Lavoro è nel mirino per il caso del blocco dei licenziamenti, che sta facendo litigare fortemente sindacati e Confindustria, senza considerare il fallimento del reddito di cittadinanza per il sistema dei 'navigator' che di fatto non ha mai funzionato.

In uscita dal governo, entro la fine dell'anno, anche la ministra della Scuola Azzolina. Il ritorno in classe è ancora un'incognita, nonostante le quotidiane rassicurazioni della titolare del dicastero sulla data del 14 settembre. Nessuna certezza sugli insegnanti, per non parlare di quelli di sostegno per i bambini e per i ragazzi disabili, con la convivenza tra il ritorno a scuola in presenza e le regola del distanziamento sociale ancora in alto mare. Nel Pd e in Italia Viva cresce il malessere e la richiesta di sostituire l'Azzolina è sempre più pressante.

La terza ministra sotto accusa è la titolare dei Trasporti e delle Infrastrutture. La gestione del caso Aspi/Autostrade non è piaciuta né al premier né ai 5 Stelle e, anche per bilanciare la probabile uscita delle due ministre grillina, alla De Micheli potrebbe essere chiesto un passo indietro entro Natale per il bene del governo, dell'unità della maggioranza e per evitare una traumatica fine della legisaltura.

Loading...
Commenti
    Tags:
    rimpasto governogoverno ministre in uscita
    Loading...
    in evidenza
    Incontrada nuda su Vanity Fair "Messaggio per tutte le donne"

    Costume

    Incontrada nuda su Vanity Fair
    "Messaggio per tutte le donne"

    i più visti
    in vetrina
    Gwyneth Paltrow, via slip e reggiseno: compleanno bollente. FOTO DELLE VIP

    Gwyneth Paltrow, via slip e reggiseno: compleanno bollente. FOTO DELLE VIP


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Peugeot 5008 ordinabile in Italia

    Nuovo Peugeot 5008 ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.