A- A+
Politica
I parlamentari M5s: "Via Rousseau". E per Conte scoppia la prima grana

Nel Movimento cinque stelle comincia a montare l’impazienza. Con l’associazione Rousseau che cannoneggia da un lato e l’assenza di una guida dall’altro, i gruppi parlamentari sono sempre più in fibrillazione. “Il Pd, come noi, sta vivendo un suo travaglio interno. Ma con una differenza: il nostro è iniziato prima e non si sa quando finirà. In casa dem invece già domenica, dopo l’assemblea nazionale, tutto sarà più chiaro”. E’ questo il rovello dei Cinque stelle.

“Conte cosa sta aspettando?”, si domandano nei conciliaboli alla Camera.  E c’è anche chi qualche ipotesi l’avanza. Non senza, però, mandare un messaggio netto all’ex premier in predicato di assumere la guida del Movimento: “Se sta temporeggiando alla ricerca di una soluzione di compromesso con Rousseau, allora sappia che parte male. Il 95 per cento di noi parlamentari la pensa così”. Insomma, un vero e proprio avviso al navigante. Perché il vero nodo dello stallo, secondo molti pentastellati, è appunto il rapporto con l’Associazione presieduta da Davide Casaleggio e le eventuali trattative per tentare di tenerla all’interno del nuovo corso. Ma nel corpaccione del M5s è sempre più forte il fastidio nei confronti delle iniziative messe in campo da Davide Casaleggio.

E “Controvento”, il manifesto fresco di presentazione, tra regole e richiami alla trasparenza, ha solo finito per esacerbare ancora di più gli animi. Insieme all’ipotesi di mettere Rousseau a disposizione di altri partiti: “La piattaforma è stata finanziata da noi – si sfogano i parlamentari a Montecitorio -, non scherziamo”. Un alt su questo proprio ieri era arrivato dal deputato Sergio Battelli, presidente della commissione Politiche Ue, che parlando con l’agenzia Lapresse ha voluto ricordare il contributo arrivato dai portavoce negli ultimi tre anni: “Oltre 3 milioni di euro” per il rafforzamento degli strumenti della democrazia diretta. Secondo Battelli, infatti, “è francamente triste e imbarazzante che da Rousseau si parli, in modo screditante, solo di morosità e che ci si metta sul mercato mettendo a disposizione tecnologia e know-how frutto delle ingenti somme investite dal Movimento".  

Morale della favola? La storia con l’Associazione, a sentire gli eletti tra Camera e Senato, finisce qui: “Per il 95 per cento dei parlamentari - racconta ad Affaritaliani una fonte ben informata – le strade devono separarsi. Se Conte vuole il nostro sostegno dovrà tenerlo a mente”. Insomma, l’avvocato di Volturara Appula è avvisato. “Una volta che avremo questa garanzia, anzi – continua -, sarà ancora più facile saldare il debito con la piattaforma. Perché, alla fine, è di questo che si tratta. A Milano, interessano i 450 mila euro di arretrato. Nient’altro”.

Commenti
    Tags:
    m5srousseaucontecasaleggiogrillo
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Un bel cappio per il collo Ecco i primi aiuti dello stato

    Covid vissuto con ironia

    Un bel cappio per il collo
    Ecco i primi aiuti dello stato

    i più visti
    in vetrina
    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."

    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Skoda Kodiaq, arriva il restyling


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.