A- A+
Politica
La Russa su via Rasella sconfessato dalla premier e da Berlusconi
Ignazio La Russa

La Russa su Via Rasella viene sconfessato dagli alleati

Politica e storia: parole, tutt’altro che pacifiche, 3 settimane prima del 25 aprile, sono state pronunciate da Ignazio La Russa : “L’attentato di via Rasella è stata una pagina, poco nobile, della Resistenza, quelli uccisi furono una banda musicale di semi- pensionati e non nazisti delle SS. I partigiani rossi non volevano un'Italia democratica“. 

Ma gli storici hanno smentito la seconda autorità dello Stato, nato dalla Resistenza contro lo spietata dittatura fascista. Il primo battaglione Bozen fu operativo in Istria e il secondo nel Bellunese, dove fu coinvolto nella strage della Valle del Biois dell'agosto 1944. Entrambi svolsero, prevalentemente, attività antipartigiane, compito a cui fu adibito anche il terzo battaglione. Le parole di La Russa sui tedeschi uccisi in via Rasella- erano 33 soldati 35enni, che portavano i fucili in spalla e le bombe a mano alla cintola-non sono state apprezzate eufemismo, dall’opposizione. Pigi Bersani : “La seconda carica dello Stato ribadisce e rilancia le falsità fasciste sulla Resistenza. Mi pare che la campana stia suonando. È ora di dire : basta !”.

Qualcuno ha accusato il Presidente del Senato di voler delegittimare la Resistenza per riabilitare il fascismo. Nessun consenso a La Russa neppure dall’alleato del governo Meloni, Silvio Berlusconi, il cui padre, Luigi, fu un convinto democratico e antifascista.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconifascismogiorgia melonila russapremiervia rasella





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.