A- A+
Politica
Enrico Letta contro Renzi: "Sull'Italicum fa come Berlusconi"

Enrico Letta torna a criticare Matteo Renzi sulla legge elettorale: una "forzatura che mi ha sorpreso, soprattutto lo stesso comportamento che tenne Silvio Berlusconi con il Porcellum. "Sono una persona molto libera - dice Letta a "In mezz'ora" su Rai Tre - libero di dire quello che penso. E continuerò a farlo. Abbiamo accusato Berlusconi di avere introdotto il cambiamento per cui chi ha la maggioranza si fa la sua legge elettorale. Abbiamo detto mai più. Ma oggi il Pd sta facendo la stessa cosa".
 
Ma il Quirinale? "Se Mattarella firma la legge elettorale non mi scandalizzo. Un conto è l'opportunità politica di approvare una legge elettorale a maggioranza, un altro è valutare la costituzionalità". "Io comunque - sottolinea Letta - voterò contro. Il Porcellum l'ha eliminato la Corte Costituzionale" mentre con l'Italicum "abbiamo un parente stretto del Porcellum. Non condivido metodo, percorsi, contenuti".
 
Poi un altro affondo: "Il cambio di fase che Renzi ha rappresentato necessita di una riflessione più profonda e penso che un libro sia meglio di un hashtag e non penso che una fase come questa possa essere risolta con un hashtag. Renzi propone la contrapposizione tra vecchio e giovane. Ho visto fare a persone come Ciampi, Prodi e Draghi coste straordinarie, sopra i 60 anni e nel caso di Ciampi sopra i 70. Il tema è apertura-chiusura, bisogna lavorare su questa contrapposizione", ad esempio di fronte ai temi dell'immigrazione e dell'Europa.
 
Ma la situazione sta precipitando verso nuove elezioni anticipate? Secondo Letta no. "Penso che tecnicamente non sia possibile votare, finché non si approva la riforma del Senato. Votare significherebbe andare al Senato con il Consultellum. Andare alle urne sarebbe un errore, ci sono tanti problemi in Italia e c'è un premier forte che deve fare delle cose".
 
A proposito delle parole dello stesso Renzi su Prodi l'ex presidente del Consiglio dice di aver apprezzato:  "Ha fatto bene a recuperare. E' una persona intelligente e ha capito che era necessario fare riferimento a Prodi non perché bisogna dargli soddisfazione ma per il per il fatto che Expo in anni di grande contrapposizione tra destra sinistra e stata l'unica cosa bipartisan tra Prodi e la Moratti".
 
Il voto di domani. Intanto arrivano le parole di Cuperlo sull'appuntamento di domani alla Camera, quando sarà espresso dall'aula il voto finale appunto sulla legge elettorale. "Domani non esprimerò voto favorevole, ma decideremo insieme agli altri se non partecipare alla votazione o esprimere voto contrario. Lo faremo nella chiarezza, senza nessun agguato". Insomma, la minoranza Pd "non ha mai chiesto né pensato di chiedere il voto segreto: se possibile sarebbe meglio che anche altri evitassero di chiederlo".

Tags:
enrico lettarenziitalicum
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà

Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.