A- A+
Politica
Giorgia Meloni tra Macron e Berlusconi: due problemi simili, in chiave europea

Per Palazzo Chigi sia Macron che Berlusconi rappresentano nodi da sciogliere


Alla fine il PPE è dovuto intervenire ufficialmente per sconfessare le parole contro Zelensky pronunciate da Silvio Berlusconi domenica scorsa al seggio. Era inevitabile. La linea è quella del sostegno incondizionato all'Ucraina, ancora di più oggi che l'Ue si prepara a varare nuove sanzioni contro Mosca e che la Russia schiera navi con armi nucleari tattiche nel Mar Baltico.

Ma esiste un caso Berlusconi anche a Roma? Fonti vicine al presidente del Consiglio confermano che le parole dell'ex Cavaliere creano disagio e minano quella necessaria unità a sostegno di Kiev.

Ma il leader di Forza Italia sa benissimo quello che dice, sbaglia chi pensa che ormai parli a caso vista l'età. Berlusconi sa che la maggioranza netta dell'opinione pubblica è contro l'invio di armi all'Ucraina e che Zelensky viene considerato spocchioso e antipatico. Per questo si esprime come domenica scorsa. Anche se - come sottolineano fonti della maggioranza - contano gli atti parlamentari, sia in Italia sia in Europa. E Forza Italia non ha mai fatto mancare il suo sostegno a Kiev nei fatti, non nelle parole. Resta l'imbarazzo per le parole dell'ex Cav. da parte di Palazzo Chigi, da dove domenica è partito un intervento immediato.

In un certo senso, però, nell'ottica di Giorgia Meloni c'è un parallelismo tra Berlusconi e il presidente francese Emmanuel Macron. In questa fase serve compattezza dell'Ue, unità nel sostegno all'Ucraina senza abbandonare l'idea di un dialogo con Mosca e il Cremlino. Macron che invita Zelensky all'Eliseo rompe di fatto l'unità dell'Ue, rompe la coesione dell'Europa e consegna al mondo l'idea di un'Europa lacerata e a due velocità.

Alo stesso modo, sul fronte opposto, l'attacco di Berlusconi a Zelensky, mina l'unità necessaria nel sostegno a Kiev. L'obiettivo di Meloni è quello di restare al fianco della Nato, dell'Ue e dell'atlantismo, ma senza fughe in avanti come quella di Macron. Ecco perché, in qualche modo, Berlusconi e il presidente francese imbarazzano allo stesso modo, su lati opposti, Palazzo Chigi. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconi meloni macron ucraina





in evidenza
Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

Spot ancora invenduti a due settimane dall'evento. I prezzi

Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti


in vetrina
Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1

Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1


motori
GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.