A- A+
Politica
Meloni: "Non farò la fine di Berlusconi". Caso Santanchè e attacco ai giudici
Giorgia Meloni e Daniela Santanchè

Meloni, levata di scudi contro i giudici per i casi Santanchè-Delmastro

Giorgia Meloni passa al contrattacco dopo i guai giudiziari che riguardano la ministra Santanchè e il sottosegretario Delmastro, entrambi indagati. La premier prepara una doppia partita, da una parte sostituire la ministra del turismo in caso di rinvio a giudizio e dall'altra respingere gli "attacchi" dei giudici. Accusati di voler "fare opposizione al governo". Meloni - si legge su Repubblica- si sfoga con i suoi: "Non farò la fine di Berlusconi". Dettando la linea a Fratelli d’Italia: non rinunceremo alla delega al turismo. Nel caso la prenderebbe lei stessa. Ma soltanto in caso di avviso di conclusione indagini e richiesta di rinvio a giudizio.

Le dimissioni di Daniela Santanchè - prosegue Repubblica - sono quindi ben più che un’ipotesi. D’altro canto Meloni aveva già spiegato ai suoi che sarebbero arrivate in caso di recrudescenza sulle questioni di Visibilia e Ki Group. All’epoca però sembrava invece pronta ad attendere il rinvio a giudizio. E quindi la decisione di un Gip e non quella di un pubblico ministero. Adesso il caso politico rischia la deflagrazione. Anche perché Santanchè "ha combinato un pasticcio pur avendo a disposizione sei avvocati", come sostenevano ieri fonti di maggioranza. Ora, spiega un retroscena di Repubblica, è il momento dell’azione. Che prevede l’alzata di scudi contro la magistratura.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giorgia meloni





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria


motori
Renault Rafale: l'ibrido high-tech che ridefinisce il SUV coupé nel segmento D

Renault Rafale: l'ibrido high-tech che ridefinisce il SUV coupé nel segmento D

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.