A- A+
Politica
Migranti, la Francia brucia e Macron non fa più il galletto
Emmanuel Macron e Giorgia Meloni

Migranti, la Francia brucia e Macron non fa più il galletto

La Francia brucia e il galletto Macron invita coraggiosamente i francesi a starsene a casa. Sempre meglio del paterno invito del Meloni agli italiani in Russia "siate prudenti...". Che genio... . Questi due suggeritori di perle, prima hanno contribuito a fare la frittata e poi, bontà loro, dimostrano la loro grandezza con simili consigli.

I grandi pensatori europei contemporanei che fanno a gara a chi fa più chiacchiere, credendo così d'essere ritenuti più bravi, hanno imposto la politica dell'accoglienza selvaggia Whatever it takes. Come era prevedibile, ora non riescono a contenerla. Credevano di risolvere due problemi epocali:
1) regolare il flusso migratorio dei disperati verso il Miraggio della pacchia europea, calibrandolo in modo da risparmiarci l'insostenibile fatica di far figli. 

Ricordate l'ultra progressista Mattarella, capo dell'opposizione al governo, lungimirante e illuminato, quando, riferendosi al futuro, ha parlato di Italici e non più di Italiani, col solito sorrisetto mummificato e occhio vitreo gaudente? Il sempre più probabile Asino d'oro 2022, non ha avuto e non avrà mai il sospetto che quando ci saranno gli italici, avremo imitato, tanto per cambiare, la sorellastra Francia? E avremo i suoi stessi problemi, che già s'intravedono e che Oriana Fallaci aveva previsto? Meloni si sta rivelando una vera catastrofe per gl'italiani. Basta guardare i numeri, rileggere e risentire quello che diceva per prendere i voti e vederla ora, sempre più caricatura di sé stessa. Ma gl'italiani soffrono di cotte. Poi da quelle possono passare rapidamente, alle botte... e via d'accapo. "Meloni poliglotta. - ho letto - Ha sfoderato un inglese perfetto!" Ma che? Un inglese perfetto, a prescindere dalla pronuncia storpiata? Parlando inglese, perderebbe quell'ineliminabile e orribile accento romanesco? "My dear Macron, I'm on your side", in bocca lei diventa di sicuro "Mai diarr Macro'  ai mme on iourrr saidd!" e giù due abbracci con bacio, risate da sbellicarsi e "Annamo a Macrò! Annamoce a fa' du' chiacchiere, che poi c'ho da scappa' al parucchiere!"

Il flusso, Meloni poliglotta l'ha fatto diventare torrentizio. Si doveva arrivare, dopo decenni di rifiuti più o meno mascherati, a sentirsi dire dalla Polonia e dall'Ungheria, a brutto muso "Non accettiamo quote di redistribuzione"? L'ex estremista di destra scopre ora, dopo aver sentito gli altri, che si sta nell'UE, anche per difendere gli interessi nazionali. E lo sceriffo napoletano De Luca, dalle sentenze a raffica tra lunghe pause e sogghigni, fa il sarcasmo sulla personalità del nostro Duce, prevedendo che a settembre accetterà il prestito Mes. Prestito chissà perché così insistentemente offerto dalla Banca Centrale e raccomandato a Giorgetti dal solito Capo dell'opposizione. Chissà cosa avrà promesso a Giorgetti... pensate un po' al bidone storico dato a Draghi... .

2) per prevenire futuri sicuri drammatici scontri economico-razziali (guerre)  tra il ricco mondo industrializzato e mondo sottosviluppato rancoroso per essere stato sfruttato e poi abbandonato, aiutiamo economicamente a casa loro i paesi d'origine dei fuggiaschi, per farli decollare. 

Anche questo obiettivo, sempre più urgente, risulta in gran parte fallito. Le conseguenze potrebbero essere drammatiche: difficoltà a casa nostra, stile Francia, per le eccessive concessioni alle tradizioni "non europee" degli immigrati e problemi con i loro paesi d'origine.

Quindi, messi tra l'incudine e il martello, continuiamo a sperperare le ricchezze accumulate dalle generazioni oculate degli anni del miracolo economico.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
franciaitaliamacronmeloni





in evidenza
Ferragnez, dalle stelle al divorzio: c'è una donna dietro la rottura

E non è Selvaggia Lucarelli. Ecco chi è

Ferragnez, dalle stelle al divorzio: c'è una donna dietro la rottura


in vetrina
Mozzarella, la più buona è al discount: ecco i marchi migliori (e peggiori). Lista

Mozzarella, la più buona è al discount: ecco i marchi migliori (e peggiori). Lista


motori
Citroën, nuova C3 Aircross reinventa il mercato dei SUV compatti

Citroën, nuova C3 Aircross reinventa il mercato dei SUV compatti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.