A- A+
Politica
Nordio: "Reato di tortura non si tocca. Br? Deluso per il no all'estradizione"
Carlo Nordio

Nordio sul reato di tortura frena FdI: "Il Governo non ha nessuna intenzione di abrogarlo"

"Posso rispondere senza se e senza ma: il Governo non ha alcuna intenzione di abrogare il reato di tortura". È tranchant la risposta del Guardasigilli Carlo Nordio sul punto, vista la contraria proposta di legge dei meloniani depositata all'inizio della legislatura e ora messa in calendario in commissione Giustizia.
"La volontà del Governo è quella di tener fermo il reato, sia per ottemperare alle norme internazionali, sia per coerenza, perché questo è un reato particolarmente odioso e tutte le intenzioni sono quelle di mantenerlo". Nordio, però, ha messo in evidenza che "vi è soltanto un aspetto tecnico che deve essere rimodulato: il reato per come è strutturato ha carenze tecniche di specificità e tipicità che devono caratterizzare la struttura della norma penale: questioni tecniche - ha sottolineato il Guardasigilli - ma vi posso assicurare che il reato rimarrà".

LEGGI ANCHE: Nordio ai penalisti: “Sciopero? A giugno riforma sulle intercettazioni"

LEGGI ANCHE: Reato di tortura, detenute madri e... La giustizia torna terreno di scontro

Il ministro della Giustizia Nordio sul “no” di Parigi all’estradizione di dieci terroristi italiani

Grande dolore e delusione per una sentenza che dà l’immunità e l’impunità ad autori di grandissimi reati di cui è ancora vivo purtroppo il ricordo e il dolore. Giuridicamente parlando, si tratta di una decisione presa da una magistratura autonoma ed indipendente, ma la collaborazione che ha dato il governo francese alle nostre richieste è stata di assoluta novità e di assoluta positività". Così il ministro della Giustizia Carlo Nordio, intervistato al Gr1 su "Rai Radio1", ha espresso tutto il suo rammarico per la decisione della Corte di Cassazione francese di non estradare dieci ex militanti di estrema sinistra italiani. "Ho avuto vari incontri con il mio omologo Dupond-Moretti; lui ha fatto con il suo Governo tutto il possibile. Noi non ci arrendiamo. Cerchiamo adesso qualsiasi altra possibilità per trovare altre soluzioni e assicurare alla giustizia italiana questi criminali”.

E ancora, rivolgendosi ai familiari delle vittime, Nordio ha aggiunto: “Mi sentirei di esprimere il mio profondo dolore reso più acuto dal fatto che io stesso 40 anni fa, ricevendo a casa le lettere minatorie con le stelle a cinque punte, ho rischiato la vita nell’interesse dello Stato. Purtroppo, loro sono stati più sfortunati e questo dolore non viene placato nemmeno dal decorso del tempo”.

LEGGI ANCHE: Francia, "grazia" ai terroristi: no all'estradizione in Italia di dieci Br

Iscriviti alla newsletter
Tags:
brestradizionefranciagiustiziaminaccianordiosentenzaterroristi





in evidenza
Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"

La kermesse pugliese che apre la stagione "Borgo in Fiore"

Oscar del Libro 2024, Perrino: "Ho fondato affaritaliani.it perché non sopportavo più le mani della finanza sui giornali"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

Bosch lancia il progetto RUMBA: innovazione negli interni dei veicoli autonomi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.