A- A+
Palazzi & potere
Chiesa scontenta della legge di stabilità
Tra promesse mancate e provvedimenti per ricconi.


 
Le diplomazie erano andati avanti segretamente per mesi, quelle di Palazzo Chigi e quelle del Vaticano avevano tentato di ricucire dopo mesi di freddezza tra il premier e  Papa Francesco e le cose sembravano essersi messe per il verso giusto ma poi deve essere accaduto qualcosa perché la Chiesa e il mondo cattolico sono estremamente delusi dalla Finanziaria renziana. Avevano avuto ampie rassicurazioni ma evidentemente qualche cosa deve essere andato storto. Già, perché Oltretevere si dice anche molto apertamente che non si è fatto nulla per i poveri mentre si fa notare che è estremamente sbilanciata a favore dei ricchi. Soprattutto non piace il provvedimento che permetterà ai ricconi di mezzo mondo di venire a svernare in Italia con un pagamento di un piccolo forfait. Se le cose non cambieranno e in fretta per Renzi, sempre più solo, si aprirà anche il fronte cattolico.

 

RAIMAN
*Giornalista di lungo corso, esperto di cose Rai e non solo

Iscriviti alla newsletter
Tags:
legge di stabilità
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory

Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.