A- A+
Palazzi & potere
Rai, passa da viale Mazzini la strada per Palazzo Chigi
Foto LaPresse

Crimi e Franceschini ormai vanno d'amore e d'accordo. Sono stati loro, giurano i bene informati, a trovare la "quadra" sul Decreto rilancio: sono stati loro due infatti che in un faccia a faccia lontano da occhi indiscreti quando ormai era notte fonda hanno consentito al governo di dare il via libera al tanto sospirato decreto: dopo ben mezz'ora di chiarimenti è arrivato il definitivo via libera a Giuseppe Conte. E ci sono sempre loro due dietro l'accordone di queste ultime ore in Rai: sono loro gli artefici dell'intesa che porterà Orfeo alla guida del Tg3 (con la benedizione anche di Matteo Renzi) e Franco Di Mare alla direzione della Rete Tre. Intesa che negli ambienti della maggioranza (spesso si dice che la Rai anticipi i cambiamenti del paese) si ritiene possa avere ripercussioni ben più ampie rispetto al giro ristretto di viale Mazzini: potrà essere prodromica al nuovo governo che dovrà intestarsi la "Fase 3", quello della ricostruzione del paese e dell'elezione del prossimo Presidente della Repubblica (piccolo inciso: al momento il bis per Mattarella viene ritenuto molto probabile).

Il tempo stringe perché secondo molti osservatori il Conte 2 potrebbe saltare in ottobre quando "si scoprirà che nelle casse statali non ci sarà più un euro perché la gente non sarà stata più in grado di pagare le tasse e il frigorifero nelle case degli italiani sarà vuoto". Insomma, un vero e proprio cortocircuito sistemico in grado di stendere chiunque. Così conviene tenersi pronti e cominciare a seminare il terreno. "Finora Conte è stato molto bravo nello scaricare le colpe sulle regioni (meglio se di destra) e sulle tante task force" ma non potrà durare ancora a lungo, spifferano fonti della maggioranza. Per questo sono in molti a ritenere che l'accordone in Rai con la benedizione di Crimi e Franceschini servirà anche per portare quest'ultimo, cattolicissimo (come Sassoli e Gentiloni) a palazzo Chigi (con la benedizione di Matteo Renzi) per gestire la delicatissima fase della ricostruzione del paese e la nomina del nuovo Capo dello Stato. L'obiettivo è mantenere, se possibile, il perimetro dell'attuale maggioranza (per evitare instabilità al paese) ma con un cambio alla Presidenza del Consiglio. Zingaretti (a proposito: si sussurra di un suo recente incontro con Jhon Elkann) non avrebbe la forza di opporsi al disegno (nel Pd sono arcistufi del modus operandi del Premier) e tutto sommato gli andrebbe bene; in cambio resterebbe segretario Pd. Anche tra i 5stelle, al di là della vulgata ufficiale c'è chi non avrebbe problemi a cambiare "cavallo" in corsa, a patto di avere continuità di legislatura per mantenere il seggio. L'unico che potrebbe mettersi di traverso è Di Maio, uno che resterebbe fuori dall'accordo e rischierebbe di non riconquistare più il partito. Per questo ha ripreso a scalciare. Insomma, per molti, la soluzione Franceschini sarebbe molto più semplice da realizzare dell'operazione "governissimo Draghi" (che comunque potrebbe essere disponibile soltanto dopo nuove elezioni parlamentari per evitare manovre di palazzo e di dover sottostare, uno del suo calibro, ai giochetti della politica italiana) e consentirebbe a Pd e 5Stelle di mantenere tutto il potere saldamente nelle loro mani anziché doverlo condividere con Silvio Berlusconi e Matteo Salvini.

Loading...
Commenti
    Tags:
    raicrimifrancesciniorfeofranco di marem5szingarettimattarellasalviniberlusconi
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Dopo la fusione fra il Pd e il Csm nasce il nuovo simbolo

    Palamara-gate

    Dopo la fusione fra il Pd e il Csm nasce il nuovo simbolo

    i più visti
    in vetrina
    Heidi Klum nuda in piscina. Vestita solo con la collana. Le foto

    Heidi Klum nuda in piscina. Vestita solo con la collana. Le foto


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mini svela la nuova Countryman

    Mini svela la nuova Countryman


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.