A- A+
Politica
Pensioni 2023, assegni tagliati di un terzo da gennaio. Per chi la mazzata

Pensioni 2023, che cosa accade dal primo gennaio del nuovo anno


Pensioni 2023, ultimissime notizie.
Il nuovo governo dovrà affrontare il tema delle pensioni: se non dovesse intervenire una nuova riforma nel 2023 si torna alla Fornero.

Meloni starebbe pensando di introdurre al più presto una via di pensione anticipata che prevede il via dal lavoro fra i 58-59 anni. Con 35 di contributi e ricalcolo dell’assegno tutto contributivo.

Ci sarebbe però un taglio dell’assegno fino ad un terzo perché si esce prima e perché c’è il ricalcolo.

Questa non sarebbe una totale novità ma sarebbe una soluzione non molto lontana da “Opzione Tutti”, l’idea di Mario Draghi.

Permetterebbe cioè di anticipare l’uscita e trascorrere più anni in pensione, pagando però una penalità in linea col principio di equità verso le nuove generazioni.

Con la fine di Quota 102 a dicembre, i requisiti Fornero saranno gli unici in vigore: 67 anni di vecchiaia (con 20 di contributi) oppure 42 anni e 10 mesi di contributi a prescindere dall’età (un anno in meno per le donne).

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pensione 2023 novitàpensione 2023 taglio assegno un terzo





in evidenza
La nuova Rai: Meloni al posto di Fagnani, Salvini conduce Report. Il video da morir dal ridere

Propaganda Live

La nuova Rai: Meloni al posto di Fagnani, Salvini conduce Report. Il video da morir dal ridere


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Volkswagen interrompe le trattative con Renault per la Twingo elettrica

Volkswagen interrompe le trattative con Renault per la Twingo elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.