A- A+
Politica
Pd ancora in calo nei sondaggi. La caduta è inarrestabile


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Nuovo calo per il Partito Democratico. L'ultimo sondaggio dell'Istituto Piepoli, diffuso da Affaritaliani.it, registra al 15 giugno una flessione del Pd di Matteo Renzi rispetto all'8 giugno dal 36 al 35,5%. Sel rimane stabile al 3,5% mentre gli altri di Centrosinistra sono fermi all'1%.

Nel Centrodestra cresce ulteriormente Forza Italia e dal 10,5% si riporta all'11%. Lega Nord-NoiConSalvini resta il primo partito della coalizione con il 16,5% (invariato). Fratelli d'Italia conferma il 4%, Ncd-Udc-Area Popolare non si schioda dal 2,5% e gli altri di Centrodestra confermano lo 0,5%. Il M5S è stabile al 22% e gli altri partiti in generale sono al 3,5%.

Tags:
piepoliistituto piepolipdlegaforza italiaelezionisondaggiovoto
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.