A- A+
Politica
Pnrr, il governo vuole rivedere il 40% dei progetti. Esclusivo
Raffaele Fitto e Giorgia Meloni

Fitto, con Meloni e Tajani, lavorano e trattano con l'Ue nel nome della flessibilità


Il 40% dei progetti del Pnrr, decisi - prima da Giuseppe Conte premier della maggioranza giallo-rossa all'epoca del Covid e poi da Mario Draghi - insieme alla Commissione europea è da rivedere e rimodulare. E' quanto Affaritaliani.it apprende da fonti della maggioranza. Si tratta di riallocare risorse, spostare fondi e in sostanza cambiare quasi la metà delle opere stabilite in origine. L'intenzione di Palazzo Chigi è quella di utilizzare tutti i soldi europei ma in in modo differente.

E un assist importante all'esecutivo arriva questa mattina da Parigi. "La Francia ha ricevuto finora circa 12,5 miliardi di euro nell'ambito del Pnrr. Accogliamo con favore la possibilità di rivedere i Pnrr per adattarli meglio alla situazione di ogni Stato membro", dice il ministro francese delle Finanze Gabriel Attal in merito alle polemiche in Italia per i ritardi sul Pnrr, e alle richieste di Roma per una maggiore flessibilità.Il punto è proprio quello della flessibilità, sulla quale stanno lavorando in particolare i ministri Raffaele Fitto e Antonio Tajani in stretto contatto con le istituzioni di Bruxelles.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pnrr governopnrr progetti





in evidenza
Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso


in vetrina
Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore

Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore


motori
CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.