A- A+
Politica
Premierato, Iezzi (Lega) nega le tensioni con FdI: "Assolutamente favorevoli"
Igor Iezzi

Premierato, Iezzi (Lega) nega le tensioni con FdI: "Assolutamente favorevoli"

Giorgia Meloni torna nuovamente ad accelerare sul premierato. Le opposizioni sono già sul piede di guerra. Ma la premier deve anche garantirsi il supporto degli alleati della Lega. Già "scottati" nel recente passato dalla mancata approvazione del terzo mandato per i governatori regionali. Ma che ora mettono sul piatto della bilancia un altro cavallo di battaglia: l'autonomia. Le cronache politiche parlano di "tensioni" e di "fragile tregua" tra gli alleati. Le opposizioni, più apertamente, di "scambio". Ma dal deputato del Carroccio Igor Iezzi sembra giungere una piena apertura alla riforma tanto cara a Meloni: "Siamo assolutamente favorevoli, si rimetta il popolo al centro delle decisioni importanti". L'intervista

Il premierato: la riforma costituzionale più discussa della storia repubblicana. Cosa ne pensa?

Purtroppo non è la più discussa della storia repubblicana perché nel nostro Paese  ogni volta che si tenta di modificare la Costituzione ci sono polemiche incredibili sembra che ci sia l’immodificabilità della stessa e le forze che difendono lo status quo sono sempre pronte a protestare. Scendendo nel particolare io su questo sono assolutamente favorevole nel senso che riteniamo che sia necessario rimettere il popolo, i cittadini al centro delle decisioni importanti. Credo che la cosa più importante sia decidere sul proprio governo e credo che il Premierato sia lo strumento migliore per permettere ai cittadini di decidere da chi essere governati senza lasciare questa decisione in mano ai partiti nelle segrete stanze di Roma. Da questo punto di vista noi siamo assolutamente favorevoli tenendo presente che questa è già una forma di mediazione in quanto noi eravamo favorevoli a forme di presidenzialismo di semipresidenzialismo. Abbiamo portato avanti il premierato esclusivamente per andare incontro alle richieste dell’opposizione, forse questo è stato un errore però si è fatto un importante tentativo di cercare una forma di dialogo.

Per lungo tempo Salvini è parso legare il destino della riforma sul premierato a quella sul terzo mandato per i governatori regionali, che non ha trovato tuttavia sostegno in Fratelli d'Italia. Con che spirito oggi la Lega si appresta a votare per il premierato?

In realtà  Salvini non ha mai tenuto una posizione di questo tipo. Ovviamente siamo i promotori dell’autonomia e siamo favorevoli al terzo mandato, è una battaglia che abbiamo fatto e che faremo anche in futuro se ci fossero le condizioni ma ad oggi purtroppo dobbiamo prendere atto che non persistono. In politica bisogna prendere atto dei numeri: non c’è una maggioranza su questo tema quindi  inutile continuare a presentare un testo sul terzo mandato per vederselo bocciare. Se poi dovessimo comprendere e capire che cambiano  le condizioni all’interno della maggioranza, e magari anche all’interno dell’opposizione con un cambiamento di linea da parte del Partito democratico, allora potremmo portarlo avanti. Ma non abbiamo mai legato le due situazioni. Non è che si approva il premierato perché viene approvato il terzo mandato. Noi continuiamo a essere favorevoli alla misura

Quali sono secondo lei i vantaggi e gli svantaggi del premierato?

In termini di vantaggi credo che questo porterà ad avere anche governi più stabili che è una delle mancanze del nostro Paese. Gli imprenditori hanno la necessità, se vogliono investire in un Paese, di avere una stabilità da quel punto di vista. Il timore che un governo cambi ogni sei mesi, come è successo negli anni passati, non porta certo ad attrarre di investimenti. Per quanto riguarda gli svantaggi secondo me bisogna porre l’attenzione sul ruolo del Parlamento. Spesso ho sentito parlare, anche da Renzi ma non solo, del premierato come una sorta di "sindaco d’Italia". E va benissimo, perché l’esperienza dei sindaci funziona. Bisogna però stare attenti a non trasformare il Parlamento in un Consiglio Ccomunale perché - ahimè - quest’ultimo non ha una grande capacità di incidere sulle scelte di un’amministrazione






in evidenza
Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"

Guarda il video

Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"


in vetrina
McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA

McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA


motori
Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.