A- A+
Politica
Quale identità digitale: Spid, Cie o entrambe?

Evento promosso dall’Associazione Cittadinanza Digitale e dall'onrevole Andrea Dara presso la Camera dei deputati, martedì 23 maggio alle ore 15 nella nuova aula del palazzo dei gruppi parlamentari in Via Campo di Marzio, 78

Quale futuro per l'identità digitale? Spid (il Sistema per l'identità digitale), la Cie (la carta identità elettronica) o entrambe? Il dibattito è quanto mai urgente in prospettiva dell'identità digitale europea, ovvero lo strumento che dovrà essere disponibile ai cittadini, ai residenti e alle imprese dell'UE che desiderano identificarsi o confermare determinate informazioni personali e potrà essere utilizzata per i servizi pubblici e privati sia online che offline in tutta l'UE.

L’Italia è uno degli stati europei più maturo nella diffusione dell’identità digitale tra i propri cittadini e un ulteriore impulso sarà dato dalle misure attivate dal Governo all’interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) per la transizione digitale della pubblica amministrazione (misura 1.4.4 “Adozione identità digitale” in primis).
Il Paese si candida così a essere anche un modello europeo per l’applicazione delle normative europee (Regolamento eIDAS) che garantiscono il riconoscimento e l’identificazione elettronica da parte di qualunque cittadino comunitario all’interno di tutti gli Stati membri dell’Unione europea
Le istituzioni stanno affrontando da protagoniste anche l’importante percorso che ci porterà verso l’European Digital Identity Wallet (EUDI), che integrerà in un’unica applicazione i documenti ufficiali, gli attributi anagrafici e tutto ciò che definisce l’identità digitale di un cittadino europeo.
Di questo si parlerà nel corso dell’evento “Verso l’identità digitale europea” (https://www.associazionecittadinanzadigitale.org/2023/05/02/evento-identita-digitale/), promosso dall’Associazione Cittadinanza Digitale e dall'onrevole Andrea Dara presso la Camera dei deputati, martedì 23 maggio alle ore 15 nella nuova aula del palazzo dei gruppi parlamentari in Via Campo di Marzio, 78.
Durante il dibattito si discuterà, con i protagonisti del futuro dell’identità digitale dei cittadini italiani, della sua diffusione, degli gli scenari e delle prospettive di sviluppo, delle opportunità generate a livello nazionale ed europeo, del suo utilizzo a tutela dei cittadini online. 
E' previsto il saluto del presidente della Camera, Lorenzo Fontana. Tra i relatori, al momento confermati, anche il sottosegretario all'Innovazione, Alessio Butti, il commissario Agcom, Massimiliano Capitanio, l'ad di Poste, Matteo Del Fante, il direttore generale di PagoPA, Maurizio Fatarella, il direttore generale di Agid, Mario Nobile
Il programma dell’evento, tutte le informazioni organizzative e il form di iscrizione (obbligatoria) sono consultabili sul sito www.associazionecittadinanzadigitale.org.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
identità digitale





in evidenza
Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore

Milan, l'incubo dei tifosi

Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.