A- A+
Politica
Santanchè: "Assegnare le spiagge libere ora in mano a tossici e rifiuti"

Daniela Santanchè: "Assegnare le spiagge libere ora in mano ai tossici e piene di rifiuti"

La ministra del Turismo Daniela Santanchè interviene e frena sui tempi della riforma per le concessioni balneari, sostenendo che prima è necessario fare una mappatura: "Ci vorrà del tempo per fare le gare. Non dobbiamo aprire la strada alle multinazionali, non dobbiamo svendere il nostro patrimonio", ha affermato Santanchè all'assemblea annuale di Confesercenti.

Rispondendo a una domanda Daniela Santanchè: "Prima di 8 mesi, 1 anno non saremo in grado di fare le gare". Secondo la ministra, il danno più grave è "cambiare i patti in corso perchè le imprese hanno bisogno di stabilità".

Poi, la Santanchè ha lanciato anche una provocazione sulle spiagge: "Credo che prima bisogna assegnare le spiagge che non sono assolutamente servite", quelle spiagge libere lasciate ai tossicodipendenti e invase dai rifiuti che "nessuno mette in ordine. Forse si potrebbe cominciare da lì. Dovrebbero poi essere ovviamente fruibili da tutti".


La ministra del Turismo Santanchè si dice anche contraria a dare le concessioni alle grandi imprese multinazionali: "Consegnarle a delle multinazionali ci toglierebbe le nostre peculiarità, come un certo tipo di cibo, un certo tipo di accoglienza. Mi fa sentire male l'idea: pensate se non potessimo più mangiare i nostri spaghetti alle vongole o la nostra parmigiana di melanzane, cose che fanno parte della nostra identità".
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
concessioni balnearidaniela santanchèspiagge





in evidenza
Atleta iraniano di MMA prende a calci una ragazza che non indossa il velo

Foto e video

Atleta iraniano di MMA prende a calci una ragazza che non indossa il velo


in vetrina
Affari in Rete

Affari in Rete


motori
Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.