A- A+
Politica
"Thank you, Mario. Arrivederci": il saluto dell'Ue a Draghi

Il video-tributo dell'Unione Europea a Draghi

La Bce è pronta a fare qualsiasi cosa per preservare l’euro. E credetemi, sarà abbastanza”. È partito dal ‘whatever it takes’ di dieci anni fa il video di omaggio a Mario Draghi realizzato dalla presidenza del Consiglio europeo e trasmesso nella riunione dei leader in corso a Bruxelles. La sequenza prosegue con le immagini del primo summit a Bruxelles di Draghi in veste di presidente del Consiglio nel maggio del 2021.

 

Poi, le dichiarazioni sulla guerra in Ucraina: “Nel corso di questi ultimi mesi non abbiamo fatto altro che diventare più uniti, questo è forse il fattore che ha più colpito la Russia”. E ancora: “Putin non può vincere questa guerra”. Infine, l’impegno del premier per il progetto europeo: “L’Unione europea sta diventando sempre più importante, sta diventando quell’istituzione a cui ormai tutti i Paesi d’Europa guardano come un’istituzione capace di dar loro stabilità, prosperità e sicurezza”. “Thank you, Mario. Arrivederci”, è il messaggio finale dell’Ue al presidente del Consiglio.

I leader Ue hanno omaggio il presidente del Consiglio, Mario Draghi, oggi al suo ultimo vertice da premier. "Un caloroso ringraziamento per il tuo sincero lavoro. Con la tua esperienza, hai contribuito alla ricchezza dei dibattiti, gestendo brillantemente l'arte della formula, con lo stile conciso, breve e incisivo", ha detto il presidente del Consiglio, Charles Michel. "Mario hai tutto il nostro affetto, la nostra ammirazione e la nostra stima. Grazie per il tuo lavoro. Ti auguriamo il meglio per il tuo futuro, Whatever it takes", ha aggiunto. Il discorso è stato accolto con un lungo applauso dei leader.

Draghi: "Le bollette energetiche scenderanno subito"

Le decisioni politiche prese questa notte dal Consiglio Europeo hanno già provocato effetti visibili sulle quotazioni del gas naturale in Europa, cosa che si tradurrà "presto" in "bollette più basse" per i cittadini  sottolinea il presidente del Consiglio Mario Draghi. 

"Alcuni effetti di questa decisione - ricorda - sono già visibili. La decisione di questa notte, come gli annunci dei mesi scorsi, hanno portato a un calo del prezzo del gas. Il prezzo del gas sul mercato Ttf che aveva toccato i 350 euro per megawattora ad agosto, è sceso a 116 euro, circa un terzo. Oggi, dopo che si è diffusa la notizia che avevamo trovato un accordo, ha perso il 10%, a dimostrazione che la componente speculativa che c’è nella formazione di questo prezzo è molto rilevante. Questo - rimarca - era il modo con cui andava affrontata questa crisi fin dall’inizio. Quindi è un’ulteriore prova della bontà delle nostre proposte, che si tradurranno presto in bollette più basse", conclude.  

Draghi: "Dall'Europa pieno avallo alle misure necessarie contro la crisi energetica"

Il Consiglio Europeo ha dato il "pieno avallo politico" alle misure necessarie ad affrontare la crisi energetica, ora Commissione e Consiglio Ue finalizzeranno i dettagli, arrivando a "decisioni operative". Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio Mario Draghi, al termine del summit dei leader Ue a Bruxelles.

"Nelle prossime settimane - ha detto - la Commissione e i ministri dell’Energia finalizzeranno i dettagli di questi provvedimenti. Tuttavia il Consiglio ha dato il pieno avallo politico, con l’obiettivo che debbano essere operativi il più presto possibile". 

"Ora ci aspettiamo che il Consiglio dei ministri dell’energia e anche quello dell’Ecofin per alcuni altri aspetti, riguardanti soprattutto il finanziamento del fondo comune, arrivino a una decisione operativa. Questo è l’auspicio che tutto il Consiglio Europeo ha espresso stamattina", ha concluso.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
draghiue





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


motori
Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.