A- A+
PugliaItalia
Bisceglie, Vetrère '60 minuti inieme'

di Antonio V. Gelormini

Luce ed ombra, caldo e freddo, chiaro e oscuro, bianco o nero: la forza del contrasto ha sempre determinato tempra, carattere, passione ed emozione.

Dalla combinazione suggestiva di questo gioco di storie con la storicità delle esclusive Scuderie di Palazzo Ammazzalorsa, nel centro storico di Bisceglie (Ba), nasce: “60 minuti insieme, per non essere secondi a nessuno”.

L’evento voluto da Annamaria e Francesca Bruni, creatrici del brand Vetrère, che a pochi giorni dal Vinitaly di Verona incontrano in Puglia Luca Gardini, per confrontarsi su Fiano e Primitivo.

Appuntamento a Bisceglie, nella mattinata della giornata della donna l’8 marzo, per “ascoltare” e “sentire” al palato due vitigni che rendono grande la Puglia del vino nel mondo.

“E’ una occasione unica, per me e la mia azienda poter ospitare Luca Gardini a Bisceglie, città che amo e ci vede protagonisti con un bistrò alle Scuderie di Palazzo Ammazzalorsa – sottolinea AnnaMaria Bruni – un regalo che vogliamo fare a tutti gli appassionati del Fiano e del Primitivo, vitigni portabandiera della Puglia e della mia azienda. Oggi senza confronto e condivisione non possiamo puntare all’eccellenza. Farlo con il numero uno al mondo è un privilegio per noi e per tutti quelli che interverranno”.

Vetrère
 

Luca Gardini, già World's Best Sommelier nel 2010 Europe's Best Sommelier nel 2009, oggi è l’opinion leader del vino italiano più riconosciuto all’estero grazie ai risultati ottenuti, la giovane età, le apparizioni televisive e radiofoniche. Recensisce vini e affini nelle prestigiose rubriche che cura settimanalmente nei principali magazine italiani. Ha editato alcuni tra i best seller nel settore vino, come l’ultimo successo editoriale di RCS “Vignaioli e vini d'Italia”.

luca gardini
 

La sua Top100 wine è oramai un punto di riferimento mondiale. E’ l’ideatore del Best Italian Wine Awards classifica cult del mondo del vino italiano coinvolgendo i più importanti Wine Writer del mondo come Raoul Salamà, Tim Atkin e Cristie Canterbry suoi estimatori.


Annamaria Bruni è proprietaria insieme alla sorella Francesca della Azienda Agricola di Vetrère di Montemesola (TA). Negli ultimi anni interpretando Fiano e Primitivo in maniera molto originale e innovativa, nel solco di una grande tradizione di famiglia, si sono fatte strada nel mondo del vino pugliese, confermando sensibilità e rispetto per i due vitigni portabandiera della Puglia. Crè (Fiano IGT Salento) e Barone Pazzo (Primitivo IGT Salento) sono i vini simbolo di Vetrère, quelli con cui l’azienda tarantina conquista i palati più raffinati, emozionando per carattere ed autenticità.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vetrèrebiscegliepalazzo ammazzalorsagardinibrunivini
i blog di affari
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
DONAZIONI DI SANGUE, AIUTI E PROGETTI PER AGRICOLTURA E BIOGAS
Boschiero Cinzia
Atti fiscali illegittimi: Convegno a Milano il 20 maggio
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.