Pillole d'Europa

di Cinzia Boschiero

I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Pillole d'Europa
La forza della cooperazione. Intervista a Rosana Rosatti, Chairman Ospedale di Alyn

Già da 1993 è in vigore un accordo quadro tra la Commissione europea ed il Consiglio nazionale per la ricerca e lo sviluppo israeliano. Nell'ambito di questo programma progetti di ricerca tra istituti di entrambe le parti vengono finanziati congiuntamente dal bilancio comunitario e dal Ministero della Scienza e della Tecnologia israeliano. Tra il 1983 e il 1994 sono stati eseguiti 111 progetti comuni di ricerca nei settori della bioingegneria, dell'ingegneria dei materiali, della optoelettronica, nelle neuroscienze ecc. Il contributo finanziario della Commissione europea è stato pari a 12,5 MECU. Israele ha partecipato inoltre a otto progetti STD (Scienza e tecnologia I e II) e a 22 progetti nel quadro del programma Avicenna (1992-1993) con una dotazione finanziaria complessiva di 7,6 MECU. Oltre alla possibilità di partecipare ai programmi di ricerca, la cooperazione può essere realizzata attraverso riunioni comuni; visite e scambi di lavoratori, ingegneri e tecnici della ricerca; contatti intensi e regolari tra i direttori di programma o di progetto; partecipazione di esperti a seminari, convegni e workshop. Abbiamo intervistato Rosana Rosatti, Chairman Ospedale di Alyn

 

Domanda: quanto è importante avviare progetti di cooperazione a livello europeo ed internazionale?

Risposta: E’ fondamentale. Nell'ottica di un progetto di cooperazione internazionale e di sostegno alle attività per i bambini disabili, intendiamo sviluppare una formazione che consenta a medici e personale specializzato, già operanti nelle realtà italiane, di acquisire competenze e metodologie atte a migliorare le loro prestazioni professionali.

Domanda: con quali realtà avete già preso contatto?

Risposta: abbiamo preso contatto con diverse realtà e in particolare con la Fondazione I.R.C.C.S. Carlo Besta che è molto specifica per la pediatria e che è un punto di riferimento per progetti europei ed internazionali nelle neuroscienze. Di recente poi si sono confrontati oltre 200 medici chirurghi specialisti in neurologia, fisiatria, neuroradiologia, biologi, psicologi, infermieri presso l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia a Milano in un congresso organizzato dall’ Ufficio Formazione della Fondazione in cui ha riscosso molto interesse la entry lecture del Prof. Ariel Miller, ricercatore e medico dell’ Israel Institute of Technology di Haifa in Israele e chairman della Israel Society of Neuroimmunology che verteva sulle questioni ancora aperte relative alla sclerosi multipla. Nell’ambito della nuova programmazione europea HORIZON 2020 la Fondazione ha già due progetti in qualità di coordinatore (DIACHEMO e PATHWAYS) per un finanziamento totale di circa 5.000.000 di euro ed è partner in altri due progetti europei. Il punto di forza dell’Istituto Besta è l’ Integrazione tra assistenza e ricerca che si realizza tramite un approccio sistematico alle patologie e con l’uso estensivo dei mezzi informatici, la costituzione di archivi elettronici (DBs) e un approccio di analisi basato sulla connettività. Al Besta si fa ricerca pre-clinica su modelli sperimentali, ricerca patogenetica e diagnostica avanzata, sperimentazione clinica in neurologia e neurochirurgia, studi di neurologia clinica e studi sugli impatti relativi al sistema sanitario nazionale e regionale. L’Istituto Besta è in rete a livello internazionale all’interno degli ERN – European Reference Network voluti dalla Commissione europea. Alyn Hospital è al pari una eccellenza anch’essa nel mondo per l’area riabilitativa pediatrica e adolescenziale di Gerusalemme. è l’unica struttura del suo genere in Israele. Alyn è specializzato nella diagnosi e riabilitazione di neonati, bambini e adolescenti che soffrono di disabilità fisiche, sia congenite che acquisite. L’Ospedale si avvale di uno staff multidisciplinare tra cui medici e terapisti para-medici. Tra i vari servizi e reparti si annoverano: il dipartimento di riabilitazione respiratoria: unico dipartimento di Israele dedicato alla riabilitazione dei bambini ventilati meccanicamente; il dipartimento di riabilitazione con opzioni di trattamento ospedaliero e di cure giornaliere; gli ambulatori che operano come cliniche multidisciplinari che rispondono alle esigenze di bambini con malattie congenite o acquisite; il Shachar  Medical Day Care Center che prevede il trattamento di bambini dai 6 mesi di età, al fine di migliorare le loro possibilità di integrazione nella comunità. Nel centro vengono trattati bambini che soffrono di una serie di problemi fisici e bambini e adolescenti che soffrono di lesioni gravi o condizioni mediche complesse – come coloro che non sono indipendenti nella respirazione. Le famiglie di tutti i pazienti ricevono istruzioni da parte del personale Alyn su come possono aiutare i loro figli attraverso il processo di riabilitazione, che spesso è lungo e complesso. I pazienti che frequentano l’Alyn provengono da tutto Israele e dall’estero e sono aiutati indipendentemente dalla loro religione, origine etnica o lingua. Il trattamento è multidisciplinare con l’aiuto di medici che sono specialisti in diversi campi e una varietà di terapie che comprendono fisioterapia, idroterapia e logopedia.

Domanda: realizzate iniziative di fundraising e ogni anno organizzate uno spettacolo di teatro e musica a Milano quali sono gli ambiti che volete comunicare?

Risposta: con la collaborazione di artisti motivati e validi oltre che giovani di rilievo organizziamo al Teatro Franco Parenti di Milano, sempre un evento di fundraising (www.sostienialyn.it) con il patrocinio del Comune di Milano, dell’Ordine provinciale dei medici chirurghi ed odontoiatri, di Estrot, European Society Tissue Regeneration in Orthopaedics Trauma di cui è Presidente il prof. Giorgio Maria Calori. Si tratta di una iniziativa della Associazione “Amici di Alyn” ed è giunta alla sua quarta edizione. Quest’anno è in scena lo spettacolo “Rotholandus – la ricerca dell’impossibile” in cui un istrionico Roberto Zibetti dona voce e corpo ai versi ariosteschi, accompagnato da Italo Calvino, Gigio Alberti, che illumina e contiene il vorticoso incedere della storia di Orlando Furioso. Tutti gli artisti si esibiscono gratuitamente. Il ricavato della serata è interamente devoluto a favore di Alyn Hospital di Gerusalemme. Sarà presente Maurit Beeri, Director General di Alyn Hospital. Ideato dal giovane talento musicista Ivan Bert e dalla regista Roberta Lena, è un percorso sulle orme di Ariosto, nel cinquecentenario della prima pubblicazione dell’Orlando Furioso, per seguire un sogno impossibile, un sogno di pace e di fratellanza che nel mondo di oggi mai ci era sembrato così lontano. Un sogno di collaborazione che ogni giorno si realizza ad Alyn Hospital. Lo spettacolo Rotholandus a Milano è il 14 marzo, e sarà in scena il 21 aprile 2016 presso l'Istituto Italiano di Cultura a Parigi; mentre altre date sono in definizione.

 

Domanda: Alyn Hospital ha una forte rilevanza internazionale per la ricerca medica all’avanguardia e per le specifiche terapie che vi vengono applicate ed è anche uno straordinario simbolo di pace in Medio Oriente di collaborazione tra popoli. Organizzate anche dei fellowship?

Risposta: Sì. Sono opportunità di studio e di confronto medico-scientifico. I professionisti scelti per partecipare provengono da enti pubblici e/o privati europei ed internazionali. Saranno medici e/o personale specializzato, operativi in ambito sanitario, con preciso riferimento alla disabilità infantile. Ulteriore condizione: ottima conoscenza della lingua inglese. Le spese formative, di viaggio, di vitto e alloggio saranno sostenute dall'Associazione “Amici di Alyn - Milano", grazie alle offerte specifiche per il fellowship. L'attività formativa verrà svolta presso Alyn Hospital. La durata sarà di una settimana full-immersion. La metodologia sarà di tipo esperienziale/comportamentale, attuata con un training on the job. I formatori saranno specialisti di Alyn riconosciuti a livello internazionale. I contenuti saranno studiati tramite pre-work e personalizzati a seconda dei requisiti dei partecipanti per meglio sviluppare le competenze specifiche. Alyn Hospital di Gerusalemme – Pediatric & Adolescent Rehabilitation Center, è specializzato nella riabilitazione di bambini affetti da gravi disabilità motorie, cognitive e comportamentali, di origine genetica o traumatica. Utilizza terapie personalizzate individuali, realizza macchinari protesici mirati, ma soprattutto accoglie e cura bambini e adolescenti provenienti da tutto il mondo, senza distinzione di etnia e religione. Una realtà dove i miracoli si avverano.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cooperazione
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.