A- A+
Il Sociale
Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani: "Urgente la riforma del TSO"
Foto LaPresse - Andrea Panegrossi 02/05/2018- Roma, Italia Cronaca Campidoglio. Flash mob per i 40 anni della legge Basaglia sulla chiusura dei manicomi con Dario D'Ambrosi fondatore del Teatro Patologico Nella foto: Dario D'Ambrosi

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani: la riforma del Trattamento Sanitario Obbligatorio non può più essere rinviata

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani torna a parlare di TSO in occasione del quattordicesimo anniversario della scomparsa di Giuseppe Casu, morto al termine di una contenzione ininterrotta durata sette lunghissimi giorni in un reparto di psichiatria a Cagliari. "Il processo si concluse con un nulla di fatto perché non fu possibile determinare la causa del decesso: le sue parti anatomiche erano state fatte sparire, e sostituite con quelle di un altro uomo", spiega una nota del Comitato.

La teleconferenza è stata trasmessa in diretta sui canali social del CCDU. Dopo che il Presidente del CCDU, avv. Enrico Del Core, ha illustrato la legge e i principi del diritto che riguardano il TSO, ha preso la parola l’avvocato Michele Capano, rappresentante dell’Associazione Diritti alla Follia e membro del Consiglio Generale del Partito Radicale.

Capano ha ricordato le battaglie radicali sul tema dei manicomi, lamentando come la riforma, approvata in fretta a furia per evitare il referendum sulla chiusura dei manicomi, non abbia prodotto il cambiamento auspicato da Franco Basaglia: “Se vogliamo cambiare le cose, dobbiamo combattere una battaglia culturale per cambiare le idee: gli psichiatri, anche i sedicenti basagliani, hanno apertamente criticato il nostro progetto di riforma. Non vogliono telecamere, non vogliono le visite dei parenti, non vogliono l’intromissione di avvocati o associazioni nei loro reparti, e il motivo è semplice: non vogliono che si veda il desolante spettacolo di persone legate ai letti di contenzione, e sedate fino al punto di non poter articolare un pensiero o una frase compiuta.”

Per il dott. Roberto Cestari, medico e presidente onorario del CCDU, uno stato democratico dovrebbe avere la capacità di ammettere i propri errori e porvi rimedio: “Aspettiamo speranzosi l’esito della vicenda di Dario Musso, il rapper di Ravanusa sottoposto poche settimane fa a un TSO assai controverso, e ben documentato da un video diventato virale in rete. Le violazioni sono così eclatanti e ben documentate da non lasciare adito a dubbi. Se negheranno l’evidenza, significherà che non viviamo in una democrazia, ma in una dittatura.”

Commenti
    Tags:
    comitato dei cittadini per i diritti umanitsotrattamento sanitario obbligatorio
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

    Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes: il futuro è completamente elettrico

    Mercedes: il futuro è completamente elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.