A- A+
Sport
Camila Giorgi ko (e ultimo selfie a Miami). Azarenka devastante. Trevisan vola
Camila Giorgi - Vika Azarenka (Instagram camila_giorgi_official - vichka35)

Camila Giorgi ko contro Vika Azarenka a Miami

Si ferma la corsa di Camila Giorgi al torneo di Miami. La 31enne tennista italiana perde al secondo turno contro l'ex numero 1 del mondo Vika Azarenka (testa di serie numero 14). La campionessa bielorussa (vincitrice in carriera anche di due Australian Open e 3 volte trionfatrice nel torneo della Florida) è in giornata di grazia e porta a casa il match in due set:  6-3 6-1 un in incontro sostanzialmente senza storia. Camila Giorgi paga probabilmente anche la stanchezza per la maratona contro Kaia Kanepi (la partita più lunga dell'anno e piena di colpi di scena).

Camila Giorgi, ko contro Victoria Azarenka. Ultimo selfie a Miami. Ripartirà dal Wta di Madrid

Camila Giorgi lascia Miami (con un raking Wta molto vicino alla 40° posizione mondiale) dopo la sconfitta contro Vika Azarenka e i suoi pensieri sono già proiettati verso la primavera sulla terra battuta: “Penso di aver giocato comunque bene, anche nella partita di stasera nella quale ho affrontato una giocatrice che ha disputato un ottimo match. Da un certo punto sono contenta che il torneo sia finito, questa trasferta per me è stata piuttosto lunga, essendo partita da Merida. Ora non vedo l’ora di tornare a casa e di ricominciare ad allenarmi per la tournée sulla terra che per me partirà da Madrid (dal 24 aprile al 7 maggio, ndr)”, le parole della tennista italiana.

Che saluta idealmente la Florida con un selfie nelle sue storie Instagram pubblicato qualche ora prima della partita contro Victoria Azarenka.

Camila GiorgiCamila Giorgi (Instagram camila_giorgi_official)
 

Martina Trevisan vola a Miami: battuta Nao Hibino. Ora Claire Liu per la tennista italiana

Le buone notizie per il tennis italiano arrivano però da Martina Trevisan. La campionessa azzurra e  testa di serie numero 24 nel Wta 1000 di Miami, ha sconfitto la giapponese Nao Hibino con il punteggio di 6-4 6-3. Complicato il primo parziale la Trevisan va sotto 4-2, poi infila quattro game di fila (anche se sul 4-4  ha dovuto annullare due palle break che avrebbero potuto mandare la rivale a servire per il set). Più sotto controllo il secondo parziale. Ora Martina vola al terzo turno dove affronterà l’americana Claire Liu, n.59 del mondo (che ha vinto il match contro la lucky loser Grabher, chiamata a sostituire la ritirata Iga Swiatek): per la tennista italiana ci sono le premesse di un passaggio agli ottavi di finale. Martina Trevisan ha battuto la prossima avversaria in finale a Rabat lo scorso anno: "Liu è legata a un bel ricordo, certamente è un’avversaria meno dura di Swiatek, ma si tratta comunque di una partita difficile da affrontare con la massima determinazione”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
azarenkacamila giorgitenniswta




in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.