A- A+
Sport
Improvvisa scomparsa nel calcio italiano

Dimitris Moras non ce l'ha fatta. Il fratello di Vangelis, difensore del Verona, è morto un anno dopo aver scoperto di essere malato di leucemia. Nell'estate del 2014 Moras era volato in Australia, a Melbourne, per donare il midollo osseo al fratello. "Il presidente Setti, la società, mister Mandorlini, lo staff tecnico e tutta la squadra esprimono profondo cordoglio e si uniscono al dolore della famiglia Moras e di  Vangelis per la scomparsa del fratello Dimitris", scrive in una nota il club gialloblù.
 
In segno di lutto il Verona ha deciso di rinviare la  presentazione di Federico Viviani, prevista per oggi nel ritiro gialloblù di Racines. Per commemorare Dimitris Moras, domani, in occasione dell'amichevole con il Sudtirol, l'Hellas giocherà con il lutto al braccio. Inoltre, prima del fischio d'inizio, verrà osservato un minuto di silenzio.

Tags:
sportcalcio
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.