A- A+
Sport
Juventus, Agnelli: "Finale Champions? Merito del club non dell'Italia"

"Non c'e' e non lo stiamo cercando". Cosi' il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha risposto a chi gli chiedeva se ci fosse qualche investitore dall'estero per la societa'. "Lo dico con il cappello di Exor - ha precisato- di cui sono consigliere e voglio ribadire che il lavoro fatto e' stato fatto con il pieno supporto di mio cugino John. Abbiamo intrapreso un percorso con investimenti importanti che ci ha permesso di lavorare e raggiungere questi risultati. In questo momento la risposta e' no, non ne abbiamo bisogno".

"Una stagione stra-or-di-na-ria". Andrea Agnelli lo sillaba per sillaba. La finale di Champions League della Juventus e la semifinale di Napoli e Fiorentina "non sono successo calcio italiano ma di tre societa' che sono gestite bene".

"I problemi del calcio attuale sono noti a partire da quello degli impianti sportivi. Non ci si puo' presentare ed essere attraenti con gli stadi che abbiamo".

Sui conti della società bianconera: "La situazione del nostro debito e' assolutamente sostenibile per la nostra dimensione. E' un indicatore che stiamo monitorando e ad oggi e' sostenibile e bisogna evitare di farlo crescere. L'attivita' e' svolta con la consapevolezza della priorita' della parte sportiva, se non c'e' non ci puo' essere incremento dei ricavi".

La sconfitta con il Barça? "Le prestazioni della squadra a Berlino sono un ottimo punto di partenza per il futuro. La partita e' seguita ad un percorso importante, che ci ha permesso di giocare con il Barcellona a viso aperto, avremmo potuto vincere".

Sui quasi 500 milioni di Mr Bee per il 48% del Milan..."Per il momento la Fininvest ha comunicato di avere aperto un dialogo formale. Certo, si leggono dei numeri impressionanti, ma non sappiamo se corrispondono alla verità. Quando però guardo i numeri dei bilanci, faccio fatica a trovare una quadra a quel numero".

Tags:
juventusagnellifinale championsclubitalia

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.