A- A+
Sport
Mexes, l'agente rivela: "Voleva fortemente la Fiorentina. Al Milan..."

Mexes voleva andare alla Fiorentina, dove sentiva la fiducia di Paulo Sousa, mentre Mihajlovic "non lo considerava importante per il suo progetto": l'agente del difensore francese Olivier Jouanneaux, spiega in un'intervista violanews.com, tutto quanto è successo nella convulsa estate di calciomercato. Dal rinnovo di luglio (quando il giocatore aveva ormai il contratto scaduto con i rossoneri) alla tentazione viola.

“Bisogna spiegare la situazione del giocatore per capire meglio la vicenda: a luglio il giocatore ha rinnovato di un anno il contratto con il Milan. Dopo la tournée in Asia, piano piano, ha avuto la sensazione di non essere un elemento importante per il mister. Sugli organi di stampa era uscito anche il fatto che i rossoneri lo avevano offerto ad altre società. Da quel momento il giocatore si è posto varie domande e nello stesso periodo la Fiorentina, tramite Daniele Pradè, si è fatta viva prima con il Milan e poi con Philippe”, racconta il procuratore di Mexes.

“Il giocatore ha capito che a Firenze c’era un allenatore che lo voleva. La concorrenza per lui non è mai stato un problema: l’anno scorso si allenava a parte nel Milan, ma ha lottato e si è riconquistato il posto in squadra. Aveva detto di ‘sì’ alla Fiorentina perché c’era la possibilità di trasferirsi in una società di un certo livello e perché Mihajlovic non lo considerava importante per il suo progetto. Sul piano contrattuale la società viola gli proponeva cifre più basse ma un contratto più lungo rispetto a quello in essere con il Milan. Tuttavia Berlusconi non l’ha voluto liberare, è affezionato a Philippe”.

Olivier Jouanneaux sottolinea: "Aveva detto ‘sì’ alla proposta viola perché è una grande società, sia per il passato che per i risultati degli ultimi anni, in Italia e in Europa. Aveva la possibilità di farsi valere e di essere importante, la sicurezza di essere apprezzato dall’allenatore. Ora però Philippe è giocatore un giocatore del Milan, la società rossonera si è sempre comportata bene con lui. Da professionista serio qual è, non è tipo che crea problemi Sarebbe stato molto onorato di giocare per la Fiorentina, in una piazza molto particolare, difficile. Ho vissuto a Firenze e conosco l’ambiente, ma Philippe ha giocato sette anni a Roma, un’altra piazza non facile. Avrebbe dato il massimo a Firenze”.

 “Nelle ultime ore non è successo più nulla. Dal momento in cui è arrivato il ‘no’ di Silvio Berlusconi, tutto si è chiuso. Il giocatore è andato dalla società per dire che aveva un’offerta della Fiorentina ma non è stato liberato. Una trattativa vera e propria tra le società non c’è mai stata perché ha un solo anno di contratto e 33 anni, si sarebbe liberato a zero. Sportivamente parlando dispiace per com’è andata”, prosegue l'agente.

Se ne riparlerà a gennaio? “Non so, perché il calcio va molto veloce ed è imprevedibile. E’ difficile dire quello che succederà tra sei mesi. Dipenderà dal rendimento della Fiorentina e da quello di Philippe al Milan. Penso che la Fiorentina abbia dei difensori di un certo livello, ha quindi tutto per fare una stagione all’altezza delle ultime. Lui darà tutto in rossonero, come ha sempre fatto anche quando è stato messo in disparte. Se accetteremmo anche in futuro la Fiorentina? Assolutamente sì. Se il Milan lo liberasse, sarebbe una possibilità. Poi da giugno sarà libero di fare ciò che vuole… “.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mexesfiorentinamilan
in evidenza
Juve, arriva una grande cessione E due colpi a parametro zero

Addio per finanziare Vlahovic

Juve, arriva una grande cessione
E due colpi a parametro zero

i più visti
in vetrina
Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"

Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"


casa, immobiliare
motori
Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi

Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.