A- A+
Milan News
Tumore al pancreas: obesità da giovani mette a rischio cancro al pancreas

Tumore al pancreas: obesità da giovani mette a rischio cancro al pancreas

Tumore al pancreas: il peso durante l'adolescenza può influenzare il rischio di cancro al pancreas in età adulta. E il 15 novembre città illuminate di viola

TUMORE AL PANCREAS: ESSERE OBESI DA ADOLESCENTI METTE A RISCHIO CANCRO AL PANCREAS DA ADULTI

Rischio di tumore al pancreas: una nuova ricerca ha collegato l'obesità adolescenziale con un aumento del rischio pancreatico fino a quattro volte maggiore nella vita. I risultati dello studio suggeriscono anche che il sovrappeso e il peso ancora più elevato all'interno della gamma di peso "normale" negli uomini possono aumentare il rischio di tumore al pancreas in modo graduale. I risultati sono pubblicati online presto su CANCER, una rivista peer-reviewed dell'American Cancer Society.

TUMORE AL PANCREAS: OBESITÀ IN ADOLESCENZA AUMENTA IL RISCHIO CANCRO AL PANCREAS

Il cancro al pancreas è la sesta causa più comune di decessi correlati al cancro nel mondo, e gli studi hanno collegato l'obesità adulta con un aumentato rischio di insorgenza. Per scoprire eventuali associazioni con il peso adolescenziale, Zohar Levi, MD, del Rabin Medical Center e dell'Università di Tel Aviv, ei suoi colleghi hanno analizzato 1.087.358 israeliani ebrei e 707.212 donne ebree che hanno subito un esame fisico obbligatorio in età compresa tra 16 e 19 anni dal 1967 al 2002. L'incidenza del cancro al pancreas nel 2012 è stata identificata dal collegamento con il National Cancer Registry di Israele.

Su una media di 23,3 anni di follow-up, sono stati identificati 551 nuovi casi di casi di cancro al pancreas, tra cui 423 tumori tra gli uomini e 128 tumori tra le donne. Rispetto al peso normale (dal 5 ° al <85 ° percentile), l'obesità (95 ° percentile) è stata associata ad un rischio di cancro 3,67 volte più alto tra gli uomini e ad un rischio di 4,07 volte più elevato tra le donne.

Tra gli uomini, il IMC (indice di massa corporea) elevato normale (dal 75 ° al <85 ° percentile) e il sovrappeso (dall'85 ° al 95 ° percentile) sono stati associati rispettivamente al 49% e al 97% di rischi più elevati per il cancro, rispetto al IMC basso normale (da 5 a < 25 ° percentile).
"La popolazione totale nella quale il tumore al pancreas era attribuibile al sovrappeso e all'obesità adolescenziale era dell'11% ", ha affermato il dott. Levi.

GIORNATA CONTRO IL TUMORE AL PANCREAS, CITTÀ ILLUMINATE DI VIOLA IL 15 NOVEMBRE       

Le città italiane si illuminano anche quest'anno di viola il 15 novembre per accendere i riflettori sul tumore al pancreas, 'killer silenzioso' ancora troppo poco conosciuto che in Italia, ogni anno, colpisce oltre 13 mila persone e che, si stima, nel 2030 sarà la seconda causa di morte per neoplasia al mondo. L'iniziativa è parte della campagna di sensibilizzazione internazionale "Facciamo luce sul tumore al pancreas", promossa dall'associazione 'Nastro Viola' con la collaborazione di Fondazione Nadia Valsecchi Onlus, associazione Oltre la ricerca e associazione My Everest onlus. L'idea alla base della campagna - spiegano gli organizzatori - è quella che con gesti anche semplici si possa modificare la storia naturale di questa neoplasia che ancora, a cinque anni dalla diagnosi, ha una mortalità stimata del 90%.

Il motto della campagna è "Demand Better - Chiedi di meglio", che racchiude in sé le richieste delle associazioni, tra le quali un trattamento migliore del tumore che garantisca la sopravvivenza; ottenere attenzione verso una neoplasia considerata erroneamente rara ma che i dati mostrano in forte crescita; attrarre investimenti da concentrare nella ricerca (al momento si stima che solo il 2% dei finanziamenti per la ricerca a livello europeo sono destinati allo studio di questo tumore), diffondere informazioni corrette riguardanti sintomi e trattamenti.

Tra le singole iniziative promosse dalle associazioni l'incontro nazionale, che anche quest'anno si terrà a Verona il 16 novembre nella sala convegni del Palazzo della Gran Guardia di Piazza Bra. Si tratta di un'intera giornata aperta a chiunque fosse interessato per fare il punto sulla ricerca, sulle terapie, sulle cure e sugli aspetti legati alla prevenzione, alla diagnosi e all'alimentazione che ruotano attorno a questo tumore. C'è ancora tempo per aderire alla campagna - ricordano gli organizzatori - Tutti possono inoltrare la domanda al proprio Comune oppure a un ente pubblico o privato che metta a disposizione della causa un elemento del proprio patrimonio artistico e architettonico su cui accendere una luce viola. Per richiedere la lettera di adesione si può inviare una mail all'indirizzo info@nastroviola.org.
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    tumore al pancreascancro al pancreasgiornata contro il tumore al pancreasrischio tumore pancreasrischio cancro pancreasobesità rischiobesitàsovrappeso
    in evidenza
    Affari continua a salire Ad agosto crescita del 40%

    Dati audiweb

    Affari continua a salire
    Ad agosto crescita del 40%

    i più visti
    in vetrina
    Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"

    Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

    Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.