A- A+
Sport
Olimpiadi, scherzò sull'Olocausto: licenziato il direttore dell'inaugurazione
Lapresse

Alla vigilia dell'apertura dei Giochi Olimpici di Tokyo, gli organizzatori hanno licenziato il direttore della cerimonia di apertura per una battuta che aveva fatto sull'Olocausto. E' l'ennesimo danno d'immagine che offusca i Giochi, emerso nelle ore in cui i media nipponici rivelano che l'imperatore Naruhito si e' rifiutato di usare la parola "festa" nel momento in cui dichiarera' aperte le Olimpiadi, a conferma del fatto che sia contrario alla decisione di tenere i Giochi nonostante la pandemia. 

A un giorno dalla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020, il direttore della cerimonia di apertura, Kentaro Kobayashi e' stato rimosso dall'incarico per le sue battute sull'Olocausto fatte oltre vent'anni fa in occasione di un cabaret. A dare comunicazione del licenziamento e' stata oggi la presidente di Tokyo 2020, Seiko Hashimoto. Kobayashi, un comico giapponese, e' stato rimosso per i suoi commenti sull'Olocausto risalenti al 1998. Il Simon Wiesenthal Center li ha definiti "barzellette antisemite". 

Commenti
    Tags:
    tokyoolimpiadi




    in evidenza
    Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

    La confessione intima

    Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

    
    in vetrina
    Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

    Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina


    motori
    Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

    Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.