A- A+
Sport
Trofeo Tim, il Milan batte l'Inter e il Sassuolo e vince l'edizione

Il Milan ha vinto la quindicesima edizione del Trofeo Tim, superando dopo l'Inter anche il Sassuolo. La squadra rossonera ha sconfitto gli emiliani ai calci di rigore, i 45' regolamentari si erano chiusi sull'1-1 con i gol di Duncan per il Sassuolo e il pareggio di Nocerino nel finale di gara. E proprio Nocerino ha messo a segno l'ultimo rigore. In precedenza, durante la serie dei penalty, Donnaruma per il Milan aveva neutralizzato i tiri di Berardi e Acerbi, mentre Pegolo per il Sassuolo aveva parato il tiro dal dischetto di Montolivo.

Milan in netta crescita, buon Sassuolo, Inter da rivedere. Sara' anche calcio d'estate ma dal "Trofeo Tim", conquistato dai rossoneri, arrivano indicazioni interessanti. Mihajlovic ha di che sorridere dopo il flop dell'Audi Cup e a pochi giorni dal debutto ufficiale in Coppa Italia col Perugia puo' registrare importanti passi avanti: bella prova nel derby, qualche sofferenza in piu' col Sassuolo ma vincere, anche se siamo a meta' agosto, aiuta sempre. I padroni di casa si concedono il lusso di battere i nerazzurri, fanno sudare il Milan e dimostrano che anche i nuovi si sono gia' ben inseriti negli ormai collaudati meccanismi mentre c'e' ancora tanto da lavorare in casa Inter: dei segnali incoraggianti visti contro l'Athletic Bilbao pochissime tracce. La serata del "Mapei Stadium" - dove fa il suo debutto senza pero' essere chiamata in causa la goal-line technology - si apre col derby e come a Shenzhen e' ancora il Milan a spuntarla, stavolta per 2-1.

Buona la prova dei rossoneri, apparsi piu' in palla e piu' determinati dei cugini e con un Bacca gia' decisivo. Il colombiano continua a crescere, serve a Bertolacci la palla dell'1-0 e poi firma il raddoppio liberandosi di Santon e Miranda e prendendo in controtempo Handanovic. Solo con l'ingresso di Brozovic, autore della rete nerazzurra, al posto di Hernanes si e' vista un po' piu' di Inter ma rispetto alla prova del "Tardini" un passo indietro, col Milan andato in difficolta' solo dopo lo sciagurato retropassaggio di Bonaventura che ha portato all'espulsione di Alex. "Abbiamo fatto meglio rispetto a Monaco di Baviera, sono stati 45 minuti intensi dove tutte e due le squadre hanno giocato per vincere, quello che volevo vedere l'ho visto", il commento soddisfatto di Sinisa Mihajlovic.L'Inter perde poi anche la seconda gara, sebbene imbottita di giovani e seconde linee, col Sassuolo.Brozovic si conferma fra i piu' positivi, buone indicazioni arrivano anche da Montoya ma e' la difesa a mostrare lacune preoccupanti come quando, al 23', sul lancio dalle retrovie di Cannavaro, Defrel scatta sul filo del fuorigioco e infila Carrizo, decidendo la sfida. "Di solito quando si subiscono dei gol e' perche' si fa qualche errore o perche' gli avversari sono stati piu'bravi ma non sono preoccupato ne' posso essere deluso per aver perso il Trofeo Tim - prova a rimanere ottimista Mancini - Mancano 10 giorni all'inizio del campionato e ci vorranno 3, 4, 5 partite per trovare la forma migliore e questo vale per tutte le squadre".Nella gara finale il Sassuolo quasi coglie un altro scalpo eccellente dopo il vantaggio siglato da Duncan al 7', ma al terzo minuto di recupero Nocerino beffa Pegolo e ai rigori Donnarumma conferma tutto il suo talento, ipnotizzando prima Berardi e poi Acerbi. In mezzo anche un palo colpito da Floro Flores e un salvataggio sulla linea dello stesso Acerbi su Cerci. Di Francesco applaude i suoi, Mihajlovic si gode la prima gioia e punta il Perugia.

Tags:
trofeo timmilanintersassuolo
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.