I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Affari di Genio
Difficoltà di concentrazione e stanchezza: come vincerle in 21 giorni

Difficoltà di concentrazione e stanchezza sono un nemico sempre in agguato.

Negli ultimi anni diversi studi hanno chiaramente evidenziato che un numero sempre più grande di persone lamentano difficoltà di concentrazione e stanchezza cronica, con conseguenze negative sulle proprie prestazioni mentali e lavorative.

Dimentichi le chiavi o il cellulare in continuazione, leggi e non ricordi nulla di quello che hai letto, sei sempre in ritardo, gli occhi non restano aperti durante le riunioni o i pomeriggi in ufficio, sei spesso irritabile e nervoso. Queste sono solo alcune delle situazioni che capitano a molti, molto spesso. 

Quando manca la concentrazione perdi molto più tempo per svolgere le attività di ogni giorno e quasi sempre con risultati molto meno soddisfacenti di quando invece riesci ad essere concentrato.

Ormai tantissimi studi dimostrano chiaramente come la stanchezza mentale causa cali di capacità della memoria di lavoro e fastidi nelle attività intellettuali.

Il problema è che capita molto più spesso di sentirsi stanchi mentalmente di quanto non ci si senta invece lucidi ed efficienti. Come un cane che si morde la coda più fai fatica a concentrarti, più ti devi sforzare, più ti senti stanco. E la stanchezza non fa che diminuire ulteriormente la tua capacità di concentrazione.

I sintomi della stanchezza mentale

In cosa si distinguono i sintomi della stanchezza mentale da quella fisica? La prima sostanziale differenza sta nel sonno: quando siamo stanchi mentalmente non riusciamo a dormire bene, profondamente quanto basta per risvegliarci di nuovo carichi di energia.

Altri sintomi, direttamente collegati alla mancanza di sonno riposante sono problemi di memoria e naturalmente difficoltà di concentrazione.

In alcuni casi estremi i sintomi della stanchezza mentale possono sfociare anche in ansia e depressione.

Le cause della stanchezza mentale

Ci sono diverse cause della stanchezza mentale, spesso nella nostra vita ne abbiamo diverse che si attraggono fra loro in un continuo ciclo vizioso.

Vita frenetica e troppo stress, ad esempio. Ma anche mancanza di organizzazione adeguata. Siamo circondati da app e sistemi per la misurazione della produttività, in ufficio come nella vita privata. Eppure, nonostante questo, ancora molte persone convivono con una quantità esagerata di priorità, tutte apparentemente in contemporanea, che finiscono per diminuire la concentrazione e aumentare la disattenzione.

Il continuo multitasking a cui molti di noi si sottopone, credendo di aumentare la propria produttività, è in realtà una delle principali cause di perdita di concentrazione e stanchezza mentale.

Oltre a queste cause di natura organizzativa ci sono poi una serie di cause ancora molto sottovalutate legate ad esempio alla mancanza di minerali e vitamine, all’insufficiente esercizio fisico e ad un rapporto non sufficientemente funzionale fra cibo e alimentazione.

Contro la difficoltà di concentrazione e la stanchezza: l’alleato inaspettato

Negli ultimi anni gli studi sulle interazioni tra alimentazione e cervello si sono moltiplicati e hanno fornito informazioni estremamente preziose e stimolanti: il cibo può modificare i pensieri, la memoria, la concentrazione, l’umore e perfino le emozioni. Insomma, il legame tra alimentazione e cervello non solo esiste, ma può avere effetti sorprendenti, nel bene e nel male.

Negli ultimi quindici anni ho conosciuto migliaia di persone che lamentavano affaticamento mentale, scarsa memoria, sbalzi di umore e di energia, blocchi creativi, confusione, incapacità di concentrarsi, difficoltà a esprimersi o a organizzare in modo ordinato le informazioni.

Il  problema  è  che  tutti  questi  sintomi  dipendono  da  come  sta funzionando il nostro cervello, un dispositivo straordinario e complesso, di cui ancora non conosciamo realmente il potenziale.

Come riattivare velocemente la concentrazione

Certi cibi, alcuni prodotti inquinanti presenti nel nostro ambiente e lo stress possono indebolire il cervello,  perché richiedono che una gran parte di energia venga dedicata ad altri distretti del corpo.

Quando  il  cervello  non  riceve  la  giusta  quantità  di  energia,  il corpo rilascia ormoni dello stress che rubano energia da qualche altra parte per farla arrivare al cervello e agli organi principali; ma mentre ciò avviene tu perdi la concentrazione, cominci a sbraitare e vorresti fuggire via, mentalmente o fisicamente… oppure rompere tutto!

Tutte cose di cui ti pentirai non appena i livelli energetici saranno tornati alla normalità.  Ogni volta che cerchi di contrastare questi istinti e ti disciplini, ogni volta che non tratti male gli altri, non urli e non svuoti il frigorifero, ogni volta che vai ad allenarti anche se non ne hai voglia, stai utilizzando quella parte di cervello più “umana”, la corteccia, e stai facendo lavorare i suoi mitocondri a pieno ritmo. Ecco spiegato il motivo per cui ognuna di queste decisioni “consuma” una grande quantità di energia e perché, quando sei stanco e affamato o hai già preso molte decisioni importanti, la tua capacità decisionale viene compromessa gravemente.

Gli scienziati hanno provato che c’è un numero limitato di decisioni che puoi prendere ogni giorno prima di raggiungere un “affaticamento decisionale”. La capacità di decidere per il meglio è dunque un buon misuratore del livello dell’energia a disposizione del tuo corpo e del tuo cervello.

Come potenziare memoria, energia e concentrazione con l’alimentazione

“Da molti anni mi occupo di nutrizione e ho potuto verificare su migliaia di persone i potenti effetti benefici dell’alimentazione antinfiammatoria, per la prevenzione, il mantenimento del benessere, il dimagrimento, ma soprattutto per gli straordinari livelli di lucidità ed energia mentale che garantisce”, dice Gigliola Braga, nutrizionista specializzata negli USA nel controllo dietetico dell’insulina e degli acidi grassi omega-3/omega-6 per la prevenzione del sovrappeso, dell’obesità e di molte patologie croniche correlate e meglio conosciuta in Italia come l’esperta di riferimento della Dieta a Zona.

Con la dottoressa Braga ho avuto il piacere di scrivere a 4 mani il mio ultimo libro, dal titolo Super brain. La dieta Genio in 21 Giorni.

Nel libro parliamo di quali sono le mosse alimentari giuste per usare il cibo come un grandissimo e naturale alleato che ci può donare più energia, maggiore lucidità mentale e stabilità d’umore e di come  evitare  l’alimentazione  che  può  danneggiare la nostra mente, il nostro rendimento e addirittura la nostra emotività.

Capirai così come potenziare concentrazione, memoria e creatività per vivere al meglio le tue giornate di studio, di lavoro, di svago o di riposo. E persino di contrastare o quantomeno rallentare il naturale processo di invecchiamento.

Grazie alle informazioni che troverai in questo manuale e agli esercizi, imparerai a modificare i tuoi comportamenti e a costruire nuove abitudini vincenti che ti permetteranno di migliorare sempre di più le tue performance fisiche e mentali.

 

Massimo De Donno 
Ideatore del Metodo Genio in 21 Giorni

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    gestione del tempoproduttività
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.