A- A+
Coronavirus
Arcuri: “Da Pfizer -20% di dosi, così vaccinazione ridotta di 1/3"

"Dalla Pfizer abbiamo ricevuto il 29% di dosi di vaccino in meno del previsto, la settimana prossima riceveremo il 20% in meno", è quanto ha riferito il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, nel corso del punto stampa settimanale sulle attivita' di contenimento e contrasto all'epidemia. "Confermo che la prossima settimana distribuiremo il 20% di fiale di Pfizer in meno dopo aver avuto il 29% in meno questa settimana. Sul sistema di rendicontazione della campagna vaccinale in Italia e' visibile sul sito". Lo ha detto il Commissario straordinario all'emergenza coronavirus, Domenico Arcuri, rispondendo poi a una domanda durante il punto stampa settimanale. "L'esperienza di queste settimane ci fa abbandonare gli auspici su quello che accadra' nelle prossime settimane perche' aspettiamo che alle comunicazioni facciano seguito previsioni e a queste facciano seguito le consegne. Purtroppo sono stato costretto nelle ultime due settimane che cosi' non e'", ha aggiunto.

"Dobbiamo aspettare che i vaccini e i vaccinati siano sempre di piu'. C'e' bisogno dei vaccini e accadra' compatibilmente con le dosi a disposizione. La campagna di vaccinazione e' partita a pieno ritmo e proseguita fino alla scorsa settimana con risultati confortanti", ha ribadito il Commissario. "Abbiamo utilizzato sapientemente la gran parte delle dosi consegnate - ha aggiunto - e 18.871 italiani hanno gia' fatto la seconda dose. Purtroppo i ritardi nelle consegne da parte di uno dei due fornitori di vaccini ci ha rallentato. Fino a sabato abbiamo vaccinato in media di 80mila persone al giorno, da sabato sono piu' di un terzo, nella media 28 mila".

La campagna vaccinale "rallenta per mancanza della materia prima", ha sottolineato Arcuri, definendo "unilaterale" la decisione della Pfizer di ridurre il numero delle dosi consegnate: decisione che "ci e' stata comunicata con un preavviso davvero ridotto". "Allo stato attuale noi possiamo fare due cose: continuare a fare il tifo perche' il numero dei vaccini disponibili aumenti, aspettare. La seconda cosa: abbiamo condiviso con Governo e Regioni di valutare la possibilita' di tutelare gli interessi degli italiani nelle sedi giuridiche. Abbiamo interessato l'Avvocatura generale dello Stato che sta istruendo dossier che potranno portare a una serie di iniziative a tutela della campagna di vaccinazione e il potenziale danno seguito dal rallentamento", ha concluso.

Commenti
    Tags:
    pfizer arcuripfizerarcurivacciniritardi vaccini
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Zinga e "Che GueBarbara" La sinistra riparte da qui?

    Pd, la crisi vissuta con ironia...

    Zinga e "Che GueBarbara"
    La sinistra riparte da qui?

    i più visti
    in vetrina
    Taylor Mega: "Parlami alle spalle se ci riesci". Le foto da sogno

    Taylor Mega: "Parlami alle spalle se ci riesci". Le foto da sogno


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes lancia EQV, monovolume a trazione elettrica

    Mercedes lancia EQV, monovolume a trazione elettrica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.