A- A+
Coronavirus
Covid, Pfizer e Moderna: altro che 42 giorni. Palù: "Richiami ritardabili a.."

Vaccino Covid, Palù (Aifa): "Richiami Pfizer e Moderna ritardabili a 90 giorni"

"I richiami dei vaccini a mRna sono ritardabili fino a 90 giorni". A dirlo è Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del farmaco, in audizione in commissione Sanità del Senato.

COVID: PALU' (AIFA), 'RITARDO RICHIAMO VACCINO MRNA PER MOTIVI SCIENTIFICI E PRATICI'

L'Agenzia italiana del farmaco "ha deciso di procrastinare la seconda dose" dei vaccini a mRna "sia per motivi scientifici che per esigenze pratiche", ha chiarito il presidente dell'Aifa, Giorgio Palù. "Almeno quattro studi britannici - spiega - dimostrano l'efficacia dei vaccini con questi tempi" di somministrazione "ma anche la presenza di anticorpi che neutralizzano il virus al suo ingresso". "Ma per noi in Italia questa decisione è stata anche dettata da un motivo pratico - sottolinea - E' stato proprio il generale Figliuolo, dando una consistente accelerazione alla campagna vaccinale, a farci notare che spostando la seconda dose di 2 o 3 settimane avremmo avuto a disposizione tre milioni di dosi in più, da utilizzare per coprire la fascia più esposta che è quella fra 60 e 69 anni". 

Commenti
    Tags:
    covidpfizervaccino pfizerrichiamo vaccinoricchiamo vaccino covidrichiamo vaccino pfizerrichiamo vaccino moderna





    in evidenza
    Affari in rete

    Politica

    Affari in rete

    
    in vetrina
    Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni

    Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni


    motori
    Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

    Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.