A- A+
Coronavirus
Mertens: "Nessuna variante distrugge l'immunità". Ma negli Usa avanza Kraken

Usa, la sottovariante Kraken che in alcune zone è al 75% dei contagi

L'emergenza Coronavirus non sembra essere finita, oltre al boom di contagi in Cina e le conseguenze per i viaggiatori provenienti da Pechino di doversi sottoporre al tampone prima della partenza, adesso si apre anche un nuovo fronte negli Stati Uniti. Dove una sottovariante di Omicron chiamata Kraken si sta diffondendo a macchia d'olio. Secondo i dati dei Centres for Disease and Prevention (Cdc) - si legge sul Corriere della Sera - negli Stati Uniti i casi di Covid-19 sono raddoppiati nell'ultima settimana e oggi oltre il 40% dei contagi sono dovuti a Kraken, che ufficialmente si chiama XBB.1.5: appena un mese fa la nuova sottovariante era al 4% mentre oggi, nel Nord-Est del Paese rappresenta il 75% dei casi. I sintomi sono ancora mal di gola, tosse, stanchezza, dolori articolari e muscolari diffusi, con un maggiore coinvolgimento della alte vie aeree. Ma i vaccini proteggono dalla malattia grave.

"Il rischio reale - spiega il virologo tedesco Thomas Mertens - non è particolarmente elevato, al momento. A meno che non appaiano varianti sorprendenti. Nessuno dei virus visti finora è in grado di minare completamente l’immunità composta da anticorpi e, in particolare, quella cellulare (compost da cellule T), molto importante. In altre parole, il virus ha già trovato una sua condizione quasi ottimale in termini di infettività. La pandemia è finita ed è diventata endemia, significa che un agente patogeno noto si mantiene presente nella popolazione e crea infezioni, ma contro il quale esiste una certa immunità di base costruita grazie alla vaccinazione e all’infezione contratta naturalmente". Mertens affronta anche il tema dei test obbligatori per chi proviene dalla Cina: "Al momento non vi è alcuna giustificazione scientifica convincente per una misura del genere".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
covidimmunità di greggevariante kraken





in evidenza
Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"

Guarda il video

Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


motori
Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.