A- A+
Costume
Ferragni, le sorelle in prima sul NYT: "Sono le Kardashian dell'Italia"

Il successo di Ferragni & Co sbarca in prima pagina sul quotidiano americano: sono loro le Kardashian italiane 

Chiara da una parte, Valentina dall’altra: il successo delle sorelle Ferragni, regine di Instagram con milioni di followers a testa, sbarca direttamente in prima pagina sul New York Times. Il prestigioso quotidiano americano dedica alle due donne un ampio servizio che ripercorre un po’ la loro storia, fatta di cadute e salite, battezzandole come le "Kardashian italiane".

IPA IPA23985718 prChiara Ferragni con la sorella e il figlio Leone al Parco Sempione ipa
 

"Le sorelle hanno già milioni di seguaci e un reality show in tv. Ora stanno costruendo il loro impero nella moda", scrive il giornale ripercorrendo la parabola delle influencer, dagli inizi di Chiara come blogger di "Blonde Salad" alla consacrazione, lo scorso ottobre sulle pagine di "Vogue Italia", la bibbia dell'industria della moda italiana.

 

 

 

 

 

LEGGI ANCHE: Spopola la moda delle unghie di coppia: i Ferragnez aprono le danze. FOTO

Chiara Ferragni in cerca di private equity
 

Ma secondo Marco Pedroni, sociologo della cultura all'Università di Ferrara e studioso ed esperto di social media,  le Ferragni sono molto altro rispetto alle “rivali americane”: “Chiara ha fatto qualcosa di ancora più rivoluzionario delle Kardashian: le sorelle americane partono da un modello tradizionale, mentre l'imprenditrice italiana è una celebrity nativa del digitale, che, da lì, ha esteso la sua influenza a media classici come il cinema e la tv, oltre che creare un impero imprenditoriale con la sua linea di abbigliamento, di beauty e, ora, anche di fragranze”, riporta Dagoscopia citando le parole del sociologo. 

LEGGI ANCHE: Fedez litiga con tutti. La causa? Affari, brutto carattere e… una donna

“Un percorso nuovo e unico, che è il contrario di quello delle Kardashian. La sua genialità è soprattutto nella capacità di creare una narrazione crossmediale: ha pubblicato un libro, ha collezionato più di 25 copertine di riviste, è arrivata sul grande schermo col docufilm Umposted e, poi, in tv con The Ferragnez”, ha concluso Pedroni.

valentina ferragni ipaValentina Ferragni (foto Ipa)
 

Certo che lo sbarco su Vogue di Chiara ha sancito un punto di svolta per la sua carriera: è stato il primo atto della nuova direttrice editoriale Francesca Ragazzi, che ha voluto la moglie di Fedez sulla copertina di un numero dedicato ai "nuovi inizi". La giornalista ha definito Chiara Ferragni "la protagonista ideale per interpretare una nuova direzione". 

Dopo essere finita in prima pagina sul New York Times Chiara Ferragni, orgogliosa del traguardo raggiunto, ha lasciato su Instagram un post per i suoi followers: "So proud of this: shared my first @nytimes style cover with my sister @valentinaferragni being called the next generation of Italian fashion", "sono così orgogliosa di questo: ho condiviso la prima copertina in stile @nytimes con mia sorella Valentina Ferragni, chiamate la prossima generazione della moda italiana”. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEGGI ANCHE:
Chiara Ferragni non arresta la corsa, in cerca di un private equity per Fenice
Covid, Chiara Ferragni: "Sono negativa, Fedez ancora positivo"
The Ferragnez, fuori il trailer della serie sulla famiglia di Chiara e Fedez
Iscriviti alla newsletter
Tags:
chiara ferragnikardashiannew york times





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

motori
Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.