A- A+
Costume
Göbeklitepe, è in Turchia il monumento più antico dell’umanità
Göbeklitepe, Turchia - Photo Credits Shutterstock@Cornfield

I reperti archeologici di Göbeklitepe, monumento e area di culto che risale a circa 12.000 anni fa, custodiscono informazioni che avranno un grande impatto sulla conoscenza della storia. Questo è ritenuto il sito archeologico più antico del mondo. Nei giorni scorsi è stato presentato un piano di investimento di oltre $ 15 milioni e di durata ventennale.

Il progetto, sostenuto dal Ministero della Cultura e del Turismo Turco e della Sahenk Initiative, comprenderà attività di ricerca e tutela di questo importante sito del Neolitico, che ha trasformato la nostra conoscenza sull’evoluzione della società umana. La Sahenk Initiative è un'organizzazione internazionale a forte impatto sociale, istituita nel 2014 da Ferit F. Sahenk, con l’obiettivo di dare un significativo contributo alla Turchia e a tutto il mondo. Come ha annunciato in occasione del World Economic Forum di Davos, essa sosterrà gli scavi che permetteranno di comprendere appieno il significato di questo luogo storico, ri-progettare l'esperienza turistica del sito attraverso la costruzione di un centro visitatori e incoraggiare le persone provenienti da tutto il mondo a scoprire questa destinazione iconica, ancora in parte da esplorare.

LA SCHEDA - Göbeklitepe è un sito archeologico situato sulla sommità di una montagna nella regione dell'Anatolia sud-orientale della Turchia, a circa 12 km a Nord-Est della città di Sanliurfa (Urfa). Questa posizione, conosciuta come la "Mezzaluna Fertile" grazie alla presenza dei fiumi Tigri ed Eufrate, fa parte della Mesopotamia. La Mezzaluna Fertile è stata la base della prima città nella storia, il punto di partenza della scrittura e la culla della civiltà. Göbeklitepe, in qualità di più antica opera conosciuta costruita dall'uomo, va al di là di questi "primati" come 'anno zero della storia'.

La struttura a tempio è costituita da pilastri a forma di T, intagliati con immagini di animali selvatici. Fino alla sua morte nel 2014, il dottor Schmidt, archeologo, ha scoperto che sei di queste strutture sono state costruite una sopra l'altra, in un periodo di tempo che supera i 1.000 anni. Attualmente, c'è un piccolo centro visitatori del sito dove gli scavi, condotti dal direttore del Museo Sanliurfa, Müslüm Ercan e Lee Clare dell'Istituto Archeologico Germanico, continuano.

Fin dal suo primo scavo archeologico nel 1995, Göbeklitepe ha ricevuto un’attenzione limitata a livello globale, e per la mancanza di un supporto sostenibile, il sito richiede un livello di riconoscimento globale per proseguire gli sforzi. Nel quadro della partnership con la Sahenk Initiative, è stato messo in atto un programma di supporto continuo e sostenibile, tra cui una grande iniziativa internazionale per presentare Göbeklitepe al mondo.

IL PROGETTO - Come parte delle attività di lancio, la Sahenk Initiative ha presentato una scultura di ghiaccio rappresentante Göbeklitepe. Proprio a Davos, i leader mondiali sono stati invitati a partecipare e mostrare il loro sostegno al progetto. In merito a Göbeklitepe, Ferit F. Sahenk, Presidente di Dogus Group, ha dichiarato: "A tutti i leader che si sono incontrati qui a Davos, vorrei chiedere di lasciare un segno concreto per ispirare le nuove generazioni.

"Proprio a questo scopo abbiamo avviato la Sahenk Initiative, un progetto finalizzato a proteggere il nostro passato, costruire il presente e investire nel futuro. Insieme al progetto ‘Stay in the Game’, che abbiamo implementato come parte del nostro 'presente', stiamo lanciando altri importanti progetti tra cui il 'Children’s Science and Discovery Museum’ e 'Children’s Hospital’ rivolti al ‘futuro’. Ma ora siamo qui per il nostro 'passato': Göbeklitepe - il prezioso tesoro della Turchia. "Abbiamo messo al centro del World Economic Forum questo tesoro turco perché desidero che il mondo intero lo conosca. Göbeklitepe rappresenta un valore per l’intera umanità ed è il nostro “anno zero della storia”.

Oggi, mentre ci troviamo all’alba di una quarta rivoluzione industriale in un periodo di grande cambiamento globale, è il momento giusto per collaborare ancora una volta. È per questo che stiamo lanciando gli investimenti della Sahenk Initiative per Göbeklitepe a Davos - per condividere il progetto con il mondo intero”.

Abdullah Kocapinar, Cultural Heritage and Museum General Director presso il Ministero della Cultura e del Turismo turco, ha affermato: "In qualità di sponsor principale, la Sahenk Initiative sosterrà gli scavi e gli studi presso Göbeklitepe, che sono di grande importanza storica. La nostra collaborazione è molto preziosa; essa ha lo scopo di svelare il valore di questo sito archeologico, che è importante anche per la comunità globale, e promuoverlo sulla scena internazionale. Come Paese dal patrimonio archeologico molto vario e ricco, è molto importante per noi favorire le collaborazioni tra il settore pubblico, quello privato e l’intera società, al fine di garantire che questo patrimonio si conservi per tutti ".

"Göbeklitepe deve ancora essere riportato alla luce, quindi le nostre idee sull'insediamento umano e sulla civilizzazione sono in continua evoluzione. Questo sito, che si pensa sia di 7.000 anni più antico di Stonehenge e 7.500 anni più antico delle piramidi, viene seguito con grande curiosità da parte della comunità globale".

"Riconosciuto come un elemento importante per aiutarci nella comprensione delle attività di caccia, della formazione di luoghi di culto, dell’architettura dei templi, della nascita dell'arte, della trasformazione dell'agricoltura e dell'allevamento di bestiame, i progetti nazionali ed internazionali di Göbeklitepe sono una della priorità del ministero. Infatti, il nostro Ministro della Cultura e del Turismo, Mahir Ünal, ricevendo il suo nuovo incarico, ha sottolineato che la conservazione di Göbeklitepe, sito di enorme valore per tutta l'umanità, rappresenta una priorità."

"La conservazione per le generazioni future del nostro patrimonio culturale, di cui poter godere e da cui imparare, è tra gli obiettivi del Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia. A questo scopo stiamo incoraggiando gli scavi scientifici e la ricerca, rinnovando i nostri musei già esistenti, e costruendo musei moderni. Stiamo aprendo laboratori regionali per il restauro e la conservazione dei beni culturali, materiali e immateriali. Con il ripristino di siti archeologici e delle aree residenziali storiche, e con le misure di sicurezza necessarie, stiamo aprendo le aree considerate appropriate per la visita del pubblico. Inoltre, stiamo conducendo studi per determinare lo stato della protezione dei beni culturali. Tutte queste attività sono in esecuzione con uno staff di quasi 7.500 dipendenti all'interno del Ministero e l'utilizzo di circa $150 milioni all’anno. "

Per maggiori informazioni su Göbeklitepe visitate www.zeropointintime.com

Iscriviti alla newsletter
Tags:
göbeklitepemonumentoanticoumanità
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.