A- A+
Costume
In Toscana la World Wine Town: risposta italiana alla Cité du Vin di Bordeaux

Di Oriana Maerini

Castagneto Carducci (Livorno).  Avere come guida per la visita del Museo Sensoriale e Multimediale del vino il  Conte Gaddo Walfredo Della Gherardesca, pronipote del conte Ugolino, è discendente della antichissima famiglia di 37 generazioni, imparentato con gli Hohenstaufen, i Medici, gli Estensi, i Gonzaga, i Romanov rende ancora più affascinante questo percorso emozionale attraverso la storia del vino, dagli Etruschi, ai Romani, al Medioevo, all'Ottocento, fino ad arrivare ai giorni nostri. Il museo è un grande progetto, pensato e realizzato dall'impreditore-designer Franco Malenotti, insieme a Gaddo Della Gherardesca e allo scenografo Dante Ferretti, tre volte premio Oscar.

“Il cinghiale è mio! – esclama – il conte Gaddo – quando arriviamo nella sala medievale mostrando con fierezza un suo trofeo di caccia appeso alla parete mentre spiega l’evoluzione della storia del vino.  “Questo posto era un pollaio ma diventerà un luogo di aggregazione per tutti gli appassionati di enogastronomia e di conoscenza ed informazione sui prodotti di questa terra”

Si perché è proprio qui a Castagneto Carducci la terra dei Bolgheri DOC, dei toscanissimi Sassicaia, Ornellaia, Grattamacco, Piastraia e tanti altri di straordinaria qualità che è stata inaugurata il 3 giugno la  World Wine Town: la risposta italiana alla Cité du Vin di Bordeaux.   Il Museo Sensoriale e Multimediale del vino era l'ultimo tassello che mancava per completare questo gioiello della cultura enogastronomica italiana, che si inserisce di pieno diritto nel circuito del turismo enogastronomico internazionale.

La madrina dell’evento è stata Violante Placido, bellissima in corto abito nero. L’attrice dopo aver visitato il museo e degustato gli ottimi vini ha dichiarato: “Non sono particolarmente appassionata di vino ma oggi ne ho scoperto uno che mi intriga e che voglio conoscere meglio. Sapore e sapere hanno la stessa etimologia per questo credo che un luogo come questo dove si conosce anche la storia del vino oltre che il sapore sia molto importante.”

Dopo la visita del museo e le degustazioni degli eccellenti vini doc

rigorosamente made in Tuscany, i numerosi ospiti fra cui personaggi del mondo dello spettacolo e dell'hight society, hanno partecipato anche uno speciale VIP coking Show ed assaporato i sapori di questa terra  in un pranzo all’aperto con show nel meraviglio scenario un'antica fattoria denominata Casone Ugolino, una volta appartenuta alla famiglia Della Gherardesca e ora sede della  World Wine Town.

 

Tags:
toscana world wine townworld wine town toscana
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.